Skip to main content

Comuni e Territorio

Cervino S.p.A. chiude il bilancio 2022 con il miglior utile della sua storia: 9,7 milioni

- 0 Comments

Cervino S.p.A., società che gestisce gli impianti di risalita di Cervinia-Valtournenche, Torgnon e Chamois, chiude il bilancio 2022 con un utile di 9.7 milioni di euro, miglior risultato di sempre nella storia dell'azienda...

Nel dettaglio, il bilancio al 31 maggio 2022 di Cervino S.p.A. si chiude con un utile d’esercizio pari a poco meno di 22,6 milioni di euro, a fronte di ricavi tipici per 31,4 milioni di euro. Al netto di tali contributi, quindi, il bilancio al 31 maggio 2022 chiude con un utile d’esercizio che rappresenta il miglior risultato di sempre nella storia di Cervino S.p.A.

Il risultato conseguito nell’esercizio 2022, che rappresenta il miglior risultato di sempre per Cervino S.p.A., è sicuramente una grande soddisfazione per me e per tutto il team aziendale”, commenta Herbert Tovagliari, Presidente e Amministratore Delegato di Cervino S.p.A. 

Che prosegue: “non posso non pensare all’enorme incertezza che ha caratterizzato l’avvio della scorsa stagione invernale e a quel fatidico 16 ottobre 2021, con gli accessi contingentati e il controllo dei Green Pass. Tutti i riflettori erano puntati su Cervinia: grazie a un ottimo lavoro di squadra e alla meticolosa preparazione di ogni minimo dettaglio, ci siamo fatti trovare preparati e tutto è andato per il meglio. L’importante lavoro volto all’ottimizzazione dell’azienda ha dato i suoi risultati e oggi ci troviamo ad approvare un bilancio molto positivo”.

Questo bilancio positivo è un segnale importante per la società, la località e per il settore impianti a fune”, commenta Luigi Bertschy, Assessore allo sviluppo economico della Regione autonoma Valle d’Aosta. “Esso chiude una fase difficile e complicata per lo sci - prosegue -, dovuta in particolare alla pandemia, e dall’altra dà avvio a una stagione che vuole essere un’occasione per consolidare il rilancio, a partire dall’appuntamento della Coppa del Mondo Cervinia-Zermatt”.

Nuova sede della Coppa del Mondo di discesa libera, infatti, Breuil-Cervinia anticipa al 1° ottobre l’apertura degli impianti, inaugurando una stagione invernale ricca di novità.

In attesa che le condizioni meteorologiche permettano la messa in funzione degli impianti sul versante italiano, che si estende dai 2'050 metri del villaggio di Cervinia ai 3'899 della Gobba di Rollin, da sabato 1° ottobre sarà possibile sciare sul ghiacciaio, versante svizzero.

Quando il meteo lo consentirà, sul lato italiano riaprirà il Bike Park, uno dei più famosi delle Alpi: i biker potranno così sfruttare i favolosi tracciati tra Plan Maison e Breuil-Cervinia e godere della splendida cornice autunnale del Cervino Ski Paradise, con un biglietto giornaliero proposto al costo promozionale di 15,00 €. La rete di percorsi rimarrà aperta fino a quando le condizioni di sicurezza dei tracciati lo permetteranno.

Il 29 e 30 ottobre e il 5 e 6 novembre, poi, il comprensorio ospiterà le gare di Coppa del Mondo, con due discese libere maschili e due femminili. In queste date, in caso di apertura allo sci del comprensorio, l’accesso agli impianti sarà limitato. La telecabina Plan Maison-Cime Bianche Laghi sarà infatti riservata agli spettatori in possesso del biglietto di accesso al Parterre della Coppa del Mondo, mentre la funivia Cime Bianche Laghi - Plateau Rosa verrà utilizzata esclusivamente dagli atleti.

Fra le novità della stagione del Cervino Ski Paradise, a Valtournenche si segnala la nuova seggiovia Gran Sometta, impianto a sei posti e con cupola di protezione che va a sostituire l’omonima sciovia, mentre a Cervinia la nuova pista n. 34 collegherà la località di Cielo Alto alla partenza degli impianti di risalita di Bardoney e un nuovo tapis roulant coperto entrerà in funzione al campetto di Cretaz.