REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Aspiranti medici di base: tutti i vantaggi per chi partecipa alla triennale in Medicina generale in Vd’A

di Redazione

di Redazione

E’ stato approvato il bando di concorso per l’ammissione, fino a 10 medici, al corso triennale di formazione in Medicina generale della Regione Valle d’Aosta 2024/2027. Per i dieci posti sono state anche finanziate 10 borse di studio ordinarie e altrettante aggiuntive regionali, per un investimento complessivo di 750.000 euro.

Dopo aver frequentato il triennio, a cui si accede superando il concorso regionale di ammissione (le date saranno diffuse nelle prossime settimane), i medici acquisiranno il diploma, previo esame finale, per l’esercizio dell’attività nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale e dovranno esercitare in Valle d’Aosta per almeno cinque anni.

Sono diversi i vantaggi messi in campo a favore degli aspiranti medici di base. Infatti, già durante la frequentazione del corso, il medico tirocinante che assume un incarico fino a 1.000 assistiti potrà contare su diversi benefici. Uno dei quali è unico nel panorama italiano: il tirocinante potrà percepire da subito un’indennità per l’attività in comuni disagiati (fino a 2.000 euro annui) e disagiatissimi (fino a 6.000 euro l’anno). E sui 74 comuni valdostani, circa la metà ricade proprio in queste categorie.

Inoltre, con la borsa di studio ordinaria di 11.603 euro annui – sommata a quella aggiuntiva regionale di 13.397 euro annui – di fatto in Valle d’Aosta la retribuzione di un tirocinante del corso di Medicina generale è equiparata a quella di uno specializzando durante il corso di specializzazione.

Non meno importante – secondo l’USL – è la struttura formativa tagliata “su misura”: le dimensioni ridotte della regione, in effetti, consentono di creare per i corsisti dei percorsi personalizzati che rendono ancora più vantaggiosa l’alternanza formazione/lavoro. C’è infatti il riconoscimento delle ore di lavoro fino a un massimo dei due terzi delle ore di formazione didattica di natura pratica, corrispondenti a un massimo di 2.133 ore (rimodulazione del piano formativo).

Sono anche previste tutte le indennità di un medico di assistenza primaria titolare, compresi i benefici degli Accordi integrativi regionali (dopo il conseguimento del titolo finale del corso), nonché condizioni agevolate per l’apertura degli ambulatori e per soluzioni di soggiorno/alloggi grazie alla collaborazione con gli Enti locali.

Insomma, lo sforza messo in campo dall’Ammistrazione sanitaria per attirare in Valle d’Aosta aspiranti medici di base è davvero importante.