Skip to main content

Politica e Istituzioni

Marco Carrel è il nuovo Presidente de la Jeunesse Valdotaine

- 0 Comments

E' Marco Carrel il nuovo Presidente de laJeunesse Valdotaine, L'elezione è avventuta ieri sera per alzata, per alzata di mano.

Carrel che ha ottenuto voto unanime, succede ad Alexandre Bertolin, che commenta così i suoi due anni al vertice del movimento: "L'auspicio è che si possa tornare a confrontarsi, soprattutto tra i giovani, sui temi importanti della nostra regione, senza cadere nei pregiudizi e nella banalità, ma cercando invece di valorizzare il nostro patrimonio storico e culturale.

La prima cosa da fare è lottare tutti insieme affinché alla Valle d'Aosta venga concesso un collegiouninominale per le elezioni europee,  - conclude Bertolin -perché è costruendo ponti con l'Europa, e non alzando muri, che potremo far ascoltare la voce delle popolazioni alpine di montagna come la nostra".

Il nuovo Animateur ringraziando il presidente uscente per tempo la passione e il lavoro dedicato al movimento durante il suo mandato. Marco Carrel ha poi sottolieato alcuni punti chiave del suo programma: la collaborazione con altri movimenti e partiti, valdostani e non, e lo sguardo verso l'Europa.
"Pendant cette année sera indispensable rétablir la collaboration avec nos pairs de SVP et PATT qui vivent une période politiquement très similaire à la nȏtre, malgré des situations
différentes. Avec eux le Comitè de Coordination devra essayer de trouver des points communs afin d'élaborer un document pour protéger les automonies spéciales, en particulier pour ce qui sont les éléctions du Parlement européen en 2019"

Del nuovo Comité di Coordination, fanno parte Etienne Merlet (Vice-Animateur), Elena Ponzetti (Sécretaire), Nathalie Cabraz, Denise Noussan, Simon Pariset, Davide Carradore, Daniele Grange e Christian Jeantet.

Il movimento giovanile ha infine presentato un programma dettagliato delle iniziative che si svolgeranno nel 2019, tra cui sono stati sottolineati importanti cambiamenti e novità, tra cui la  proposta di costituire due commissioni, una politica ed una culturale, al fine di individuare le tematiche cui i giovani sono più sensibili e organizzare incontri per la creazione di testi e progetti. Sono stati inoltre presentati tre rappresentanti per l'alta, la media e la bassa Valle, in modo tale da raggiungere e coinvolgere il maggior numero di giovani all'interno del gruppo. Il Comité si è impegnato a rafforzare i progetti già esistenti, nonché aumentare la presenza sul territorio in tale da far conoscere i progetti e gli ideali della Jeunesse Valdȏtaine a più giovani possibile, discutendo insieme di temi fondamentali come l'autonomia e l'Europa. Verranno inoltre rafforzati i canali comunicazione social e il sito internet della Jeunesse Valdȏtaine, creato nel 2017.
 
"l’Union Valdôtaine vie dans cette période historique un des moments les plus critiques de son histoire et nos gens, les valdôtains, attendent des signaux importants de la part de la Jeunesse Valdôtaine. - Conclude Carrel - Nous avons un seul chemin pour revenir à ȇtre une Union Valdôtaine forte: repartir par de la Jeunesse Valdôtaine".