Skip to main content

Politica e Istituzioni

Sentenza della Corte dei Conti, Savt a fianco dei Consiglieri condannati: "scelte amministrative non possono portare conseguenze personali"

- 0 Comments

Il Savt si schiera a favore dei consiglieri colpiti dalla condanna da parte della Corte dei Conti, sostenendo come - in vista di dossier importanti quali la riforma socio-sanitaria, l'ammodernamento della rete dei trasporti, ecc... - "l'incertezza sui confini e gli ambiti di azione delle istituzioni politiche e di quelle giudiziarie" potrebbe comportare il forte rischio "di andare verso un pericoloso rallentamento dell'attività di governo e legislativa, con gravissime conseguenze sul futuro dei lavoratori e dei cittadini (...)". 

"Ecco perché" - a detta del Sindacato autonomista - "il Consiglio Regionale straordinario convocato per domani, mercoledì 15 settembre" è "l'occasione per riaffermare e rafforzare il principio in base al quale l'operato dei consiglieri regionali, nel momento in cui siano stati acquisiti i dovuti pareri di legittimità e vengano rispettate le norme e le leggi, non possa e non debba portare a delle conseguenze sulla loro sfera personale".

Posto "l'assoluto rispetto della legittimità delle norme e delle leggi, i consiglieri regionali dovranno infatti sentirsi liberi di fare le scelte che ritengono essere le migliori per il futuro della nostra comunità" e gli unici soggetti deputati a valutare "il loro operato" sono i cittadini alle urne.