REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Da Poste Italiane nuovi palmari per i postini della Valle d’Aosta

di Redazione

di Redazione

Portalettere sempre più digitali per consegne più puntuali e veloci grazie ai nuovi palmari in dotazione nei centri di recapito della Valle d’Aosta.

Il palmare, in uso a tutti i portalettere dei Centri di Distribuzione di Aosta e Saint Vincent, “rende più rapide le operazioni come la consegna tracciata di corrispondenza, pacchi e raccomandate, assicurate e atti giudiziari – spiega una nota – anche grazie all’utilizzo della firma elettronica del destinatario direttamente sul palmare, permette di contattare telefonicamente il cliente destinatario di pacchi in fase di recapito e di gestire in modo efficace operazioni a valore aggiunto come il pagamento dei contrassegni, il recapito su appuntamento e il ritiro a domicilio della posta registrata”.

I nuovi dispositivi sono in grado di gestire il pagamento dei principali bollettini e MAV, cashless, tramite la funzionalità ‘Paga con codice’ di PostePay e con la nuova tipologia di pagamento SoftPOS in modalità contactless. Inoltre, è possibile gestire ricariche telefoniche e PostePay, esclusivamente tramite pagamenti elettronici in modo più sicuro e veloce.

I nuovi palmari sono stati una svolta perché più maneggevoli, con una maggiore autonomia di carica e con il soft pos integrato che permette di fare tutto attraverso un unico strumento; anche le nuove stampanti in dotazione ai portalettere garantiscono una velocità e  qualità di stampa superiore che agevola il lavoro – ha dichiarato Carlo Corniolo, responsabile del Centro Logistico di Aosta Recapito Ribitel –.  I postini del nostro centro servono 37 comuni dislocati in un territorio molto ampio e proprio per questo motivo gestiamo una grande quantità di posta e pacchi soprattutto in questo periodo. Peculiarità del nostro centro di distribuzione è la posta destinata ai tanti territori montani, ci spingiamo quasi a 2000 mt di altitudine, e ci capita di incontrare sul nostro percorso greggi e animali che vivono sulle nostre montagne che danno colore alla nostra giornata”.

L’Azienda guidata dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante in un contesto di mercato sempre più competitivo, a seguito della crescita esponenziale dell’e-commerce con sempre maggiori esigenze da parte dei cittadini, ha deciso di rivedere in chiave digitale il suo storico servizio di consegna, rimarcando ancora una volta la propria vicinanza ai territori e alle comunità locali. Per questa ragione continua a sostenere il processo di digitalizzazione del Paese ribadendo la vicinanza ai cittadini e offrendo loro una serie di prodotti e servizi innovativi direttamente a domicilio grazie ai portalettere e ai loro palmari. Entro il 2024 Poste Italiane prevede di attivare 30.000 terminali di ultima generazione in dotazione ai portalettere in tutta Italia.