Skip to main content

Politica e Istituzioni

Avvio attività didattiche - Approvato il piano straordinario degli interventi

- 0 Comments

Il Presidente della Regione Renzo Testolin ha firmato ieri, giovedì 30 luglio, l’ordinanza n. 316 con la quale è stato approvato il piano straordinario degli interventi urgenti necessari a garantire l’avvio delle attività didattiche e convittuali in condizioni di sicurezza e in presenza per l’anno scolastico 2020/2021.

"Le strutture regionali - spiega il Presidente Renzo Testolin -  stanno procedendo con la realizzazione di quanto necessario per adeguare le sedi scolastiche delle scuole secondarie di secondo grado e dei convitti alle misure di sicurezza previste dai protocolli di emergenza contro il COVID19 per l’inizio dell’anno scolastico 2020/2021. L’approvazione del Piano straordinario, infatti, consentirà di avviare l’utilizzo delle risorse finanziarie rese disponibili per l’edilizia scolastica con le due leggi regionali n. 7 e n. 8 attraverso procedure rapide, ma anche trasparenti".

Il Piano "predisposto dal soggetto attuatore, Ing. Raffaele Rocco - spiega la Regione - a seguito di puntuale verifica delle esigenze di intervento segnalate dai vari dirigenti scolastici e dalle competenti strutture dell’Assessorato dell’Istruzione, Università, Ricerca e Politiche giovanili" individua 6 interventi di messa in sicurezza e adeguamento delle sedi delle scuole secondarie di secondo grado e dei convitti, nonché dei servizi relativi alle nuove esigenze connesse all’erogazione della didattica in presenza e dei servizi residenziali per gli studenti, che devono garantire le misure di distanziamento previste dai protocolli di protezione dell’emergenza COVID19. La spesa prevista per gli interventi è pari a 671 mila euro.

Il Piano, inoltre, individua l’allestimento della sede temporanea del Liceo Bérard di Aosta, le principali caratteristiche prestazionali della stessa e i soggetti tecnici coinvolti nella sua fornitura in locazione, in applicazione della legge regionale 8/2020 che prevedeva una spesa complessiva di 6,5 milioni di euro per l’acquisizione temporanea di moduli prefabbricati almeno per i prossimi due anni scolastici e forniva precisi indicatori per l’individuazione dell’area dove collocarli. Sulla base di tali indicatori, è stata quindi scelta l’area in Via Federico Chabod, ritenuta ottimale per la sua centralità e disponibilità immediata, in quanto di proprietà regionale.

"È importante una ripresa, il 14 settembre prossimo, delle lezioni in presenza non solo nelle scuole secondarie di secondo grado, ma in quelle di ogni ordine e grado - aggiunge l'Assessore all'Istruzione Chantal Certan - l’azione del Presidente-Commissario consente di accelerare le procedure e favorire il coordinamento necessario perché siano rapidamente individuati gli interventi essenziali e siano poi realizzati con sollecitudine e celerità, rendendo il sistema educativo regionale della scuola secondaria di secondo grado più resiliente ai rischi di natura diversa".