REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Treno, elettrificazione Ivrea-Aosta. l dubbi della CGIL: “non ci convincono questi ritardi”

di Redazione

di Redazione

Sui tempi necessari alla conclusione dei lavori di elettrificazione della linea ferroviaria Ivrea-Aosta si addensano le nubi, nonostante la dead-line sia ancora lontana.

Chiusa nel gennaio scorso, infatti, sulla linea sono iniziati i lavori solo recentissimamente, accumulando già diversi ritardi rispetto alla tabella di marcia.

“Non ci convincono i ritardi dovuti, secondo quanto trapelato, allo sminamento della linea o alla necessità di tempi di valutazione maggiori rispetto a quanto previsto”, ha – a tal riguardo – sollevato il Segretario generale della Filt-CGIL Vd’A, Cristina Marchiaro.

“Sei mesi sono sei mesi. E in questo lasso di tempo si poteva continuare a viaggiare su rotaia ed evitare che i lavoratori di Trenitalia subissero il disagio di andare a lavorare altrove. Auspichiamo che i cantieri si concludano davvero nei tempi prestabiliti, così da ridare normalità ai viaggiatori e ai lavoratori coinvolti”, continua Marchiaro.

“È chiaro – conclude il Segretario dei trasporti della CGIL – come non siamo noi organizzazioni sindacali a dare direttive in merito alle modalità e sulle tempistiche dei lavori di elettrificazione che interessano la tratta ferroviaria Ivrea-Aosta. Ma ci pare alquanto paradossale questo stand-by prima dell’inizio dei lavori. In tempi passati interventi come questo sarebbero stati realizzati nella fascia notturna, lasciando circolare i treni di giorno. Questa volta non è stato così, ora che sono iniziati i lavori, ci auguriamo almeno che vengano rispettati i tempi di conclusione annunciati e che non ci siano ulteriori ritardi per il bene dei lavoratori e dei pendolari”