REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Cogne Acciai Speciali in vendita: chi è la taiwanese ‘Walsin Lihwa Corporation’?

di Redazione

di Redazione

La ‘Cogne Acciai Speciali’ è stata venduta. L’annuncio inaspettato è avvenuto ieri, quando la proprietà Marzorati ha fatto diramare un comunicato stampa in cui ha reso nota la cessione in fase di compimento, in precedenza tenuta sotto grande riserbo. L’acquirente è il colosso ‘Walsin Lihwa Corporation’ (WLC), multinazionale originaria di Taiwan. 

La notizia, accolta come uno shock per la piccola comunità valdostana, non poteva non suscitare reazioni contrastanti, tra chi spera in prospettive di sviluppo nuove e chi teme la volatilità di una proprietà così distante dal territorio sede dell’acciaieria. Il punto dunque rimane: chi è la ‘Walsin Lihwa Corporation’? Abbiamo provato a ricostruirne un primo quadro. 

La grande corporation acquirente nasce nel lontano 1966 ed ha sede principale nel distretto di Xinyi di Taiwan. Oggi la multinazionale può contare su 3 grandi segmenti di attività. Un grande ramo d’azienda – il primo sorto – si dedica alla produzione e vendita di conduttori e linee in rame, componentistica elettrica ad alta tensione ed altri accessori annessi. Vi è poi un secondo ramo d’azienda attivo nel settore della compravendita di immobili, terreni e stabili. Infine, vi sarebbe il ramo “steel”, ovvero il segmento aziendale impegnato nell’attuale acquisizione, dedito dagli anni ’90 alla produzione di acciaio e componentistica. 

Secondo i report del Finanacial Times la ‘WLC’ è un gigante che – ad oggi – vale 170,38 miliardi di dollari taiwanesi (quasi 5,8 miliardi di euro), vanta un utile di 16,59 TWD e conta in organico oltre 7 mila dipendenti nel mondo, destinati ad aumentare in modo considerevole con l’assimilazione della CAS. Un’azienda dal profilo importante e quotata nella borsa taiwanese, alle spalle della quale vi sarebbe un azionariato diffuso e mutevole in base agli andamenti del mercato: fra i primi soci – i quali contano in ogni caso solo quote di minoranza –  si citino la ‘LGT Bank Ltd.’ di Singapore, il ‘Vanguard Group, Inc’ e la ‘Norges Bank Investiment Management’.

La ‘Walsin Lihwa Corporation’, dunque, pare un colosso economico in piena salute, anzi di più: un’azienda nel pieno di un vero e proprio stato di grazia. Almeno stante alle ultime acquisizioni avvenute, sempre secondo il Financial Times, l’una datata 25 giugno 2021 (completata) e l’altra annunciata l’11 aprile scorso. La prima riguarderebbe la ‘New Hono Investiment Pte Ltd’, la seconda – che il FT segnala come ancora in fase ‘announced’ – riguarda invece una azienda siderurgica di base a Singapore, di nome ‘PT. Sunny Metal Industry’. Un annuncio di acquisizione del 50,1% della Sunny Metal Industry, che è sostanzialmente coinciso con un improvviso e poderoso balzo del titolo aziendale nella Borsa di Taipei mai registrato nei mesi precedenti. 

Dato in forte crescita, peraltro, confermato oggi, dopo l’annuncio a sorpresa dell’accordo per l’acquisizione della ‘Cogne Acciaiai Speciali’, con la ‘WLC’ che guadagna un altro 1,40 punto netto equivalente al 2,97% in borsa.

Un ingresso in Valle d’Aosta della corporation taiwanese che sta facendo discutere, sia la comunità che la politica. Politica che è apparsa più che mai allo scuro dell’operazione. Ma a noi – comuni cittadini – non resta che augurare ogni bene alla ‘Walsin Lihwa Corporation’, che apra nuovi mercati asiatici al nostro acciaio. In fondo, i destini di migliaia di famiglie valdostane saranno ora nelle loro mani. A Taiwan. 

Giuseppe Manuel Cipollone

Dati riportati nella pagina del Financial Times e dal sito di analisi di investimento Market Screener. 

Link:

Walsin Lihwa Corp, 1605:TAI profile – FT.com;

Walsin Lihwa : Il CDA della Società ha deciso di acquisire il 50,1% del capitale di PT. Sunny Metal Industry | MarketScreener;