Skip to main content

Cronaca

Caso di Corruzione - Requisitoria del processo d'appello fissata il 14 maggio

- 0 Comments

La requisitoria del sostituto procuratore generale di Torino Giancarlo Avenati Bassi nel processo di secondo grado su un presunto giro di corruzione in Valle d'Aosta in cui è imputato, tra gli altri, l'ex presidente della Regione Augusto Rollandin, è stata fissata per il prossimo 14 maggio.

Questa mattina si è svolta l'udienza con la relazione della causa da parte del giudice relatore. In primo grado ad Aosta, il 28 marzo 2019, il gup Paolo De Paola aveva condannato Rollandin, attuale consigliere regionale di minoranza, per corruzione a quattro anni e sei mesi di reclusione, facendo scattare inoltre la sospensione per 18 mesi dalla carica di consigliere regionale in base alla legge Severino. A Gerardo Cuomo erano stati inflitti tre anni e otto mesi per corruzione e turbata libertà degli incanti mentre all'ex consigliere delegato del Forte di Bard, Gabriele Accornero, quattro anni, sei mesi e 20 giorni per gli stessi due reati e per turbata libertà del procedimento di scelta del contraente.

Oltre all'appello delle difese, i giudici di secondo grado dovranno considerare quello della procura di Aosta contro l'assoluzione dei tre dall'accusa di associazione a delinquere. In primo grado il pm Luca Ceccanti aveva chiesto sei anni di reclusione ciascuno per Rollandin e Cuomo e sei anni e sei mesi per Accornero. Sono imputati anche Simone D'Anello, 33 anni, libero professionista di Aosta, Salvatore D'Anello, 47 anni, artigiano edile di Aosta, e Davide Bochet, 53 anni, imprenditore di Saint-Pierre.