REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Bollettino periodico da piazza Plouves: un uomo dà in escandescenza, intervengono Polizia locale e Carabinieri

di Giuseppe Manuel Cipollone

di Giuseppe Manuel Cipollone

Un ennesimo episodio di disturbo alla quiete pubblica in arrivo da piazza Plouves, ad Aosta, dove non si contano più i casi in cui le Forze dell’ordine sono state chiamate ad intervenire per mettere un freno a risse, schiamazzi e in generale comportamenti molesti da parte dei diversi frequentatori dell’area. Non è nemmeno bastato un recente e tragico decesso a convicere i frequentatori di quell’angolo di piazza a desistere. In quella circostanza, il 10 giugno scorso, un 44enne di nazionalità lituana – ben voluto e ben conosciuto dagli aostani – aveva consumato gli ultimi attimi della propria difficile vita dentro l’oramai noto bagno pubblico in p.za Plouves.

E così, da quelle panchine all’incrocio tra la piazza e via Torino, continuano ad arrivare segnalazioni di interventi da parte delle Forze dell’ordine. L’ultimo è di ieri pomeriggio, 2 luglio, intorno alle 19:00, quando un uomo avrebbe dato in escandescenza, forse perché gli era stato chiesto di non sdraiarsi o bivaccare sul piccolo prato. Urla, eccessi e anche qualche bestemmia – ci racconta un passante -, che ha fatto sì che dall’iniziale pattuglia di Polizia locale, ne giungessero sul posto altre due. E poi anche una dei Carabinieri, che hanno identificato l’uomo e lo hanno portato via con la gazzella.

Un episodio come tanti oramai, che segnano le giornate della piccola Aosta. Ordinaria amministrazione per le Forze dell’ordine, chiamate con regolarità ad intervenire in quella piazzetta a due passi dalla centralissima piazza Chanoux e dal tribunale. Più di ogni altra cosa, in realtà, si tratta di scene quotidiane per i residenti che – da tempo – hanno smesso persino di lamentarsi. Ed è proprio un residente che ci lascia con un commento, il più amaro: “è sempre così qui. Siamo passati dalla rabbia alla rassegnazione più totale”.

Giuseppe Manuel Cipollone