REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

BCC Valdostana mette un plafond di 10 milioni per le attività colpite dal maltempo

di Redazione

di Redazione

La BCC Valdostana ha messo a disposizione un plafond iniziale di 10 milioni di euro per supportare le attività, in particolare di Cogne e Cervinia, colpite dagli eventi calamitosi che in queste ore hanno interessato il territorio della Valle d’Aosta. 

La misura adottata va nella direzione di supportare, in questa delicata fase, il ripristino delle scorte, il ripristino strutture, apparecchiature, sostegno alla liquidità con le seguenti caratteristiche: 

  • Finanziamento a rimborso rateale durata max 10 anni; 
  • Preammortamento tasso zero fino a 3 mesi; 
  • Zero spese di istruttoria; 
  • Tetto massimo 3%, poi tasso variabile euribor 3 mesi + 0,95% (in modo da poter beneficiare di eventuali ribassi del mercato fermo restando che il tasso massimo sarà sempre del 3%).

Le forme di intervento di cui sopra potranno essere affiancate da altre forme di supporto (esempio sospensione pagamenti finanziamenti già in essere) coerenti con interventi legislativi di prossima emanazione. La misura è rivolta sia a clienti che non clienti della banca.

Dobbiamo essere tempestivi e concreti in questo momento di difficoltà – commentano il Presidente il DG della BCC Valdostana, Davide Adolfo Ferrè e Fabio Bolzoni –. Diverse località sono state duramente colpite ed è necessario fornire risposte e soluzioni immediate alle attività del territorio. Queste misure, sentite anche le associazioni di categoria in particolare Adava e Confcommercio, cui seguiranno altre valutazioni per eventuali ulteriori interventi, sono ragionate per dare un primo aiuto per ripartire al più presto”.

Manifestiamo la nostra solidarietà e vicinanza ai territori che in queste ore sono impegnati nel ripristino dei servizi e nel cercare di tornare alla normalità nel più breve tempo possibile. Fa parte della nostra vocazione di banca del territorio sostenere il tessuto economico, turistico e sociale e siamo vicini alle famiglie, alle persone, alle imprese. Per questo motivo queste forme di intervento le abbiamo rivolte non solo ai clienti nella nostra BCC ma anche ai non clienti”, hanno concluso.