REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Alpinisti belgi in difficoltà sul Dent D’Herens, SAV in azione ma l’intervento è complesso

di Redazione

di Redazione

È in corso un intervento di soccorso in montagna in seguito ad un allarme ricevuto dalla CUS ieri, intorno alle 18:40. Una cordata di alpinisti ha segnalato di essere bloccata sul Dent D’Herens (cresta Albertini), una vetta ad ovest del Cervino, a quota 3750 mt.

All’origine della richiesta di soccorso da parte degli alpinisti, di nazionalità belga, la caduta improvvisa del capocordata per una decina di metri e la conseguente impossibilità di proseguire la discesa a causa dei traumi riportati dall’uomo.

Sono così scattate le operazioni del Soccorso Alpino Valdostano, che ha registrato fin da subito delle difficoltà: ieri sera è stato impossibile l’avvicinamento in elicottero a causa della scarsa visibilità per le nubi e per la natura impervia dell’area, ma impossibile è stata anche la missione via terra vista la lunga distanza dal luogo dell’incidente.

Si è così optato, insieme al soccorso svizzero, di monitorare la situazione durante la notte mantenendo il contatto a distanza con gli alpinisti. Le operazioni sono ricominciate questa mattina poco dopo le ore 08:00, in seguito ad una parziale schiarita che ha permesso all’elicottero SA1 di avvistare gli alpinisti. Anche in questo caso non è però stato possibile l’avvicinamento.

Solo alle 11:40 i soccorritori SAV sono riusciti a recuperare gli alpinisti mediante l’elicottero. Due di essi sono risultati illesi, uno è stato trasferito in Pronto soccorso per dei traumi non gravi.