Skip to main content

Sport

Il "mini-Tor" lo porta a casa Sebastien Poesy, fra le donne prima al traguardo Giuditta Turini

- 0 Comments

Una bellissima giornata di sole ha accompagnato alla partenza a Saint-Rhémy-En-Bosses gli oltre 500 corridori che hanno corso oggi il 'TOR30 – Passage al Malatrà', una “creatura” più recente del programma TorX che giunge quest'anno alla II edizione. Si tratta di una manifestazione di formato ridotto rispetto ai percorsi previsti dagli eventi maggiori, circa 30 km per 2.000 metri di dislivello, che rappresenta un ottimo banco di prova per molti trailer per acquisire esperienza su cosa significhi correre in montagna. I promotori dichiarano come sia stata significativa anche la presenza fra i corridori di rappresentanti degli sponsor della manifestazione, dipendenti e manager invitati a provare in prima persona l’emozione di correre in un Tor. 

A tagliare per primo il traguardo di Courmayeur è stato il francese Sebastien Poesy, vincitore col ragguardevole tempo di 2:46:32, che ha abbassato di sei minuti il record della corsa, seguito dai valdostani Elwis Pieiller (3:10:41) e Mattia Droz (3:20:30) In campo femminile podio formato dalla gressonara Giuditta Turini giunta al traguardo sesta assoluta in 3:25:36, migliorando il precedente primato di 50 minuti, seguita dalla francese Alix Muller (3:36:04), e dall'atleta aostana Stefania Canale (3:47:07).

Credit photo: Roberto Roux