Skip to main content

Scuola e Formazione

Università, inaugurato all'UniVda il centro di ricerca GREEN, sul tema dell'educazione alla natura

- 0 Comments

Martedì 27 aprile 2021 alle ore 17.00 la Rettrice dell’Università della Valle d’Aosta, Maria Grazia Monaci, ha presieduto la prima riunione ufficiale del Centro universitario “Groupe de Recherche en Education à l'Environnement et à la Nature” (GREEN), che promuove e realizza attività di studio, ricerca, formazione universitaria, formazione continua e divulgazione scientifico-culturale sui temi dell’educazione alla natura e all’ambiente.

Come previsto dal Regolamento di funzionamento del Centro GREEN, il Consiglio Direttivo, che resterà in carica tre anni, ha eletto quale direttore del Centro il prof. Giuseppe Barbiero, docente di Biologia e di Ecopsicologia all’Università della Valle d’Aosta, che a sua volta ha nominato il prof. Fabrizio Bertolino, docente di Pedagogia dell’ambiente, in qualità di vice direttore.

Oltre al direttore e al vicedirettore, fanno parte del Consiglio Direttivo Roberta Grandi e Valentina Porcellana, docenti dell’Università della Valle d’Aosta, Gabriella Vernetto e Ornella Cheillon, delegate dalla Sovrintendenza agli studi della Regione Valle d’Aosta e Cristina Del Corso, delegata del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Il progetto di costituire un centro universitario dedicato ai temi dell’educazione alla natura, della pedagogia dell’ambiente, dell’ecologia affettiva e dell’ecopsicologia nasce dalla lunga esperienza di ricerca-azione del Laboratorio di Ecologia affettiva dell’Università della Valle d’Aosta e dalla collaborazione, ormai consolidata, tra l’Università, la Sovraintendenza agli studi della Regione Valle d’Aosta e il Parco Nazionale del Gran Paradiso nella promozione di progetti di educazione ambientale e di educazione allo sviluppo sostenibile nei luoghi educativi.

Tra le finalità del Centro GREEN ci sono la promozione e la costituzione di reti di collaborazione con i principali soggetti istituzionali e le parti sociali e culturali interessate presenti sul territorio valdostano nonché con analoghe istituzioni, atenei e centri di ricerca italiani e stranieri. Al Centro possono aderire anche ricercatori non appartenenti ai ruoli dell’Università della Valle d’Aosta. «Oltre ad essere aperti a colleghi di diverse discipline interessati a diventare membri attivi del Centro – sottolinea Giuseppe Barbiero – il nostro desiderio è quello di accogliere giovani ricercatori, in modo da offrire a tutti un luogo di scambio dinamico e attivo».

Per lo svolgimento delle proprie attività, il Centro dispone di appositi finanziamenti stabiliti dal Consiglio dell’Università. Ulteriori risorse finanziarie potranno essere reperite attraverso la partecipazione a progetti finanziati a livello nazionale e internazionale e da attività in collaborazione con enti pubblici e privati.

La collocazione fisica del Centro GREEN sarà presso la sede universitaria di Via Duca degli Abruzzi, 4 ad Aosta, in cui sarà allestito un ufficio operativo che potrà ospitare anche tirocinanti e stagisti.

“C’è moltissimo da fare – ha commentato al termine della riunione il direttore Giuseppe Barbiero – ma la vivacità della riunione odierna e lo scambio ricco e interdisciplinare dimostra che siamo sulla strada giusta. In quest’ottica penso che GREEN possa essere la chiave per accompagnare istituzioni e cittadini a leggere fenomeni complessi come quelli dei cambiamenti climatici, della pianificazione territoriale, dell’educazione ambientale, dell’antropologia alpina attraverso diverse prospettive disciplinari e applicative”.