Skip to main content

Comuni e Territorio

Tragedia del Tunnel del Monte Bianco - Miserocchi "La forza che permise di reagire a quel 24 marzo 1999 è la stessa che siamo chiamati tutti a mettere in campo oggi”

- 0 Comments

“Anche se quest’anno non possiamo ritrovarci per la consueta celebrazione, a nome dell’Amministrazione comunale vogliamo commemorare il ricordo di coloro che persero la vita nel tragico incendio del 24 marzo e manifestare ancora una volta la nostra vicinanza alle famiglie che persero i propri cari" così il Sindaco di Courmayeur Stefano Miserocchi ricorda la tragedia del Tunnel del Monte Bianco, che il 24 marzo 1999 a seguito di un incendio causò la morte di 39 persone.

"La memoria di quei giorni è forte così come le sensazioni che accompagnarono i mesi successivi, nel corso dei quali la Valle d’Aosta dimostrò grande unione e collaborazione attraverso atti di solidarietà e con quello spirito di rinascita che deve accompagnare momenti così difficili - continua il Sindaco - non può dunque mancare un richiamo a quello che stiamo vivendo oggi. Proprio come allora le Istituzioni, a tutti i livelli, stanno facendo rete per porre in essere soluzioni che permettano, nel più breve tempo possibile, di tornare alla normalità e di essere vicini a coloro che stanno attraversando momenti difficili e dolorosi".

E conclude "A fare la differenza sarà anche questa volta quello spirito di solidarietà e di vicinanza che i Valdostani hanno dimostrato allora e che sappiamo essere forte e presente anche oggi, nell’essere al fianco delle famiglie che hanno perso i propri cari, vicini a chi è solo in casa, ai nostri anziani, e più in generale a chi necessita di aiuto. La forza che permise di reagire a quel 24 marzo 1999 è la stessa che siamo chiamati tutti a mettere in campo oggi”.