REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Torna GuitarCogne, il seminario immersivo di chitarra acustica nel cuore del Gran Paradiso

di Redazione

di Redazione

Un seminario immersivo a sei corde con una vista mozzafiato sul Gran Paradiso: dal 18 al 23 luglio torna GuitarCogne con una seconda ricca di novità.

Un’edizione che reinterpreta la prima alla luce di esperienza, riflessioni e migliorie, pur mantenendo il corpo docenti d’eccezione della prima edizione. Beppe Gambetta in primis, celebre compositore e chitarrista che sviluppa le proprie strade da un’unica radice, la propria terra genovese, per poi portarle oltre la Cortina di Ferro e fino alla country music Americana e alla musica bluegrass. Dopo dodici cd, quattro dvd, quattro libri didattici e collaborazioni con innumerevoli musicisti di fama internazionale, Beppe Gambetta è riconosciuto come uno dei veri innovatori della chitarra acustica. Accanto a lui Sergio Pugnalin, chitarrista e mandolinista di formazione classica, e docente della SFOM, e Carlo Pestelli, cantautore e musicista torinese anche direttore artistico di MusiCogne.

Cissati dall’ottima risposta alla prima edizione con 15 iscritti abbiamo pensato: perché non bissare? In fondo è un bel modo di iniziare o proseguire l’estate quello di avere un corpo a corpo col proprio strumento preferito, condividendo spazi, idee, spartiti, accordi e canzoni con amici nuovi, in un luogo in cui si respira aria buona”, introduce Pestelli, mentre Gambetta pone l’accento sulla qualità della didattica in presenza: “In un mondo in cui studio e didattica sembrano sempre più basarsi su fonti ricavate ‘in rete’, l’incontro didattico di una comunità di appassionati che si svolge su più giorni in un luogo fisico, assume oggi un valore straordinario e certamente impagabile”. 

L’esibizione di Beppe Gambetta durante MusiCogne 2022.

Pugnalin, dal canto suo, collega subito la riflessione al territorio e alle sue proposte, che in quanto insegnante SFOM, conosce bene: “Nonostante l’ampia e variegata offerta di formazione musicale sul territorio nel corso dell’anno scolastico, sono più rare le occasioni di approfondire lo studio del proprio strumento – tecniche, stili, repertori – attraverso un’esperienza intensiva e immersiva”.

Un’interpretazione condivisa anche dal coordinatore SFOM Enrico Montrosset, che riconosce nella collaborazione una delle chiavi identitarie di SFOM: “Per una scuola come la nostra ricercare e tessere reti di collaborazioni è vitale affinché essa trovi sempre più numerose occasioni di aprirsi e dialogare con il territorio. In particolare la collaborazione con GuitarCogne, dato il suo focus specifico, dà la possibilità ai nostri allievi di frequentare un momento formativo intensivo, importante nella costruzione del loro curriculum e della loro esperienza strumentale”.

Il valore di questa collaborazione è riconosciuto a pieno dalla direzione artistica di Carlo Pestelli: “Anche quest’anno GuitarCogne rinnova il legame con SFOM – ricorda Pestelli – , nel segno dell’ancoraggio territoriale, appunto tra Cogne e una città come Aosta, attenta alla cultura e in particolare alla musica”.

Il programma

Cinque giorni di formazione, inaugurati il 18 luglio alle 19:00 con la presentazione del programma e con un apericena di benvenuto. Dal 19 al 22 luglio le lezioni sono previste dalle 9:00 alle 13:00 e il 23 luglio alle 11:00 è fissato il concerto conclusivo degli allievi, un momento importante di restituzione, ma in cui tirare anche le somme della settimana.

Sono quattro le principali novità di GuitarCogne 2023:

  • Ogni allievo, in base al proprio livello, avrà un insegnante di riferimento con il quale farà il 70% delle lezioni. Beppe Gambetta per il livello avanzato, Sergio Pugnalin per il livello intermedio e Carlo Pestelli per il livello base;
  • Le lezioni saranno esclusivamente mattutine per consentire lo studio di giornata in giornata;
  • Ogni allievo avrà diritto anche a una lezione singola di 50 minuti con un insegnante a scelta;
  • La settimana del seminario immersivo è quest’anno sovrapposta a quella del Festival di MusiCogne: a fine giornata gli iscritti potranno accedere ai concerti del Festival.

Una scelta forte, quest’ultima, che tra il 18 e il 23 luglio proclama ufficialmente le musica come protagonista a Cogne.

L’intento della direzione artistica nella scelta di accostare il seminario di chitarra acustica a una rassegna di concerti – specifica Pestelli – è quello di portare accresciuta centralità alla musica in un luogo turistico, scelto per la sua bellezza”.

Deborah Bionaz, assessore al Turismo del Comune di Cogne, mette però in risalto un’ulteriore motivazione: “Per il nostro comune MusiCogne è ormai un’istituzione dell’estate cogneintse e l’idea di potervi abbinare GuitarCogne ha subito convinto l’amministrazione. Così MusiCogne è stata trasformata da un evento di pura fruizione a un’occasione di formazione”.

Infine l’iniziativa ‘Adotta un chitarrista’ chiede alla comunità cogneintse di essere in prima linea nel sostenere il seminario e i suoi iscritti, proponendo agli abitanti, ma anche ai turisti con una seconda casa di ospitare un chitarrista per una settimana, anche solo per la notte. “Cogne è famosa per il valore dell’accoglienza e della sua ospitalità e credo che anche questa volta si possa creare qualcosa di bello, di certo uno scambio”, conclude Bionaz.

Il costo del seminario è di 190€, non comprensivo di vitto e alloggio, ma l’organizzazione dispone di convenzioni a prezzo calmierato e ospitalità contenute al fine di agevolare la permanenza dei partecipanti. È prevista inoltre una scontistica sull’iscrizione SFOM per l’anno scolastico 2022-2023 per i chitarristi valdostani che dopo GuitarCogne vorranno proseguire il proprio percorso di formazione.

Le iscrizioni possono essere effettuate on line attraverso il sito www.cogneturismo.it. Per ulteriori informazioni è possibile contattare gli indirizzi e-mail carlo_pestelli@hotmail.com o veronica.pederzolli@gmail.com, oppure i numeri 339-8468289 e 349-8683297.