Skip to main content

Cultura e Spettacoli

Televisione, la Valle d’Aosta domenica in Tv su Rai 1, Rete 4 e La 7

- 0 Comments

L’Assessorato dei Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio informa che la Valle d’Aosta sarà presente su una serie di reti televisive domenica 13 giugnoViaggi del Cuore di Rete 4, Uno mattina in famiglia di Rai 1 e Bell’Italia in viaggio di La 7.

Su Rai 1 nel corso del programma “Uno mattina in famiglia” dedicato alla cronaca, agli approfondimenti, allo spettacolo e al gioco con Tiberio Timperi e Monica Setta, la nostra regione parteciperà con i famosi cani San Bernardo. La troupe ha ripreso questi splendidi animali in alcuni luoghi simbolo di Aosta come la Porta Praetoria e il Teatro romano e al Colle del Gran San Benardo.

La trasmissione “Viaggi del cuore” su Rete 4 è un viaggio nei santuari e nei luoghi di spiritualità con Don Davide Banzato della Comunità Nuovi Orizzonti. Nel corso del programma, dalle ore 8.50, il conduttore accompagna i telespettatori a conoscere le parrocchie di Rhêmes Notre Dame e La Madeleine di Gressan, incontra i pellegrini a Château Verdun di Saint-Oyen e al Monastero di Quart. In quest’ultimo luogo Don Banzato percorre un tratto del sentiero per ipovedenti che è anche un passaggio della Via Francigena in compagnia di Luca Casella e della responsabile della Cooperativa C’era l’Acca, Maria Cosentino.

Inoltre, verrà dato spazio al Coro della Cappella musicale di S. Anselmo della Cattedrale di Aosta e agli incontri con Don Paolo Papone e Don Giuseppe Busnardo.

“Bell’Italia in viaggio” è un itinerario lungo tutto lo stivale da nord a sud condotto da Fabio Troiano su La 7, alla scoperta delle bellezze paesaggistiche e artistiche nazionali. Dalle ore 18.45, in apertura, attraverso le telecamere i telespettatori potranno conoscere Aosta e i suoi tesori (le mura romane, il criptoportico forense, le torri, il complesso monumentale di Sant’Orso) per passare poi al castello di Issogne. La scoperta prosegue con una breve escursione in e-bike nella Val d'Ayas, facendo un focus sull’architettura walser a Mascognaz e una visita all'atelier di un sabotier. Si conclude con uno sguardo al borgo di Arnad e al suo “Valle d’Aosta Lard Dop” e con la viticoltura e le vigne dell'Enfer di Arvier.

La stagione estiva è ormai alle porte e la presenza della Valle d’Aosta su reti televisive con target differenti rappresenta un importante lancio promozionale - sottolinea l’Assessore Jean-Pierre Guichardaz -. I paesaggi scelti, i luoghi di culto e le altre eccellenze che emergono nei tre programmi costituiscono un’attrattiva di rilievo, soprattutto in un periodo in cui molte famiglie stanno organizzando le vacanzeIn un contesto sempre più green, slow e alla ricerca di luoghi tranquilli, più a misura d’uomo, le immagini che entreranno nelle case degli italiani sapranno fornire suggestioni in grado di far apprezzare la Valle d’Aosta come luogo ideale per trascorrere al meglio l’estate.