Skip to main content

Sport

‘Sport nei parchi’, sabato 18 giugno il Parco Puchoz ospiterà la giornata inaugurale del progetto

- 0 Comments

‘Be different, play together’: sarà questo lo slogan che accompagnerà l’inaugurazione del progetto ‘Sport nei parchi’ che avverrà in via ufficiale sabato 18 giugno alle ore 17:30 all’interno dello Stadio Puchoz. Una iniziativa che punta ad accelerare la riconversione del Puchoz, oggetto di critica da parte delle associazioni di calcio dilettantistico aostane.

Il progetto di Sport e Salute Spa in collaborazione con Anci, a cui il Comune di Aosta ha aderito con entusiasmo, prevede la creazione nei parchi cittadini di aree non attrezzate - le cosiddette “Isole di sport” - messe a disposizione dai comuni e gestite dalle associazioni sportive dilettantistiche operanti sul territorio.

A partire dalle ore 16:30 sarà possibile accedere liberamente all’interno dell’area del Puchoz dall’accesso di piazza Mazzini o dal passo carraio di via Garibaldi, per una passeggiata o un momento di relax, oppure, come prevede il progetto ‘Sport nei Parchi’, per partecipare gratuitamente alle animazioni e ai corsi proposti fino alle ore 19:30.

Dal tennis tavolo al tiro a segno laser, dal tango al tennis e ancora mountain bike, atletica e hockey sono solo alcune delle 10 discipline che le associazioni sportive presenteranno a coloro che varcheranno i cancelli del parco Puchoz.

Per il presidente e Ad di Sport e Salute, Vito Cozzoli, “la società è sempre attenta ai territori perché vuole favorire il diritto allo sport di tutti. La partenza della Linea di intervento 2 del progetto Sport nei Parchi aggiungerà valore all'idea che lo sport è e deve essere accessibile in ogni area del Paese”.

Per tutto il periodo estivo, inoltre, (il sabato pomeriggio nel mese di giugno) si potranno praticare gratuitamente diversi sport e partecipare alle attività proposte dalle diverse associazioni che animeranno il grande polmone verde di Aosta con percorsi e gare di basket per ragazzi, pallavolo, riservata agli adulti, e, per tutti, ginnastica dolce, stretching tone e tonificazione.

La pratica sportiva - dichiara l’assessore allo sport, Alina Sapinet - è uno strumento di integrazione molto efficace perché consente di avvicinare le persone, condividere gli spazi e fare esperienze insieme, promuovendo un comune senso di appartenenza e di partecipazione”.