Skip to main content

Cronaca

Sindacati contro l'iniziativa di sabato 1° Maggio: "Iniziative come quel flash mob sono uno schiaffo a manifestazioni come il Primo Maggio"

- 0 Comments

Una perentoria nota di condanna è arrivata dai sindacati di base Cgil, Cisl e Uil Valle, in merito alla manifestazione avvenuta sabato pomeriggio in piazza Chanoux. I sindacati peraltro sottolineano come la manifestazione fosse "priva oltre tutto di autorizzazioni da parte delle autorità competenti".

"Iniziative come quel flash mob  - dicono polemici - sono uno schiaffo a manifestazioni come il Primo Maggio. Un'iniziativa ( il Primo Maggio) organizzata unitariamente da noi sindacati, autorizzata e con la consapevolezza delle regole vigenti. Da lunedì saremo nuovamente in zona rossa e deve essere chiaro a tutti che episodi come il flash mob di ieri in piazza Chanoux - non autorizzato - non fanno altro che peggiorare una situazione epidemiologica allarmante".

La nota continua: "Noi per primi siamo dalla parte di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori. Come sindacati, che hanno anche al loro interno categorie, che difendono i lavoratori dello spettacolo, comprendiamo il momento di difficoltà, ma stigmatizziamo iniziative irrispettose delle regole e dannose alla salute pubblica come quella di ieri pomeriggio".

Nel finale c'è spazio anche per un affondo alla politica, infatti i sindacati scrivono: "troviamo inopportune e inappropriate le dichiarazioni dei consiglieri regionali Manfrin e Aggravi, che hanno accostato la Festa dei Lavoratori al flash mob non autorizzato ed etichettato come "questi sono quelli di sinistra" sempre facendo riferimento all'iniziativa di piazza Chanoux . Accostare la festa dei lavoratori, che si è svolta nel pieno rispetto delle regole, è un insulto a tutte le lavoratrici, ai lavoratori e ai valdostani che sono rispettosi e coscienti del  periodo di emergenza che stiamo vivendo".