Skip to main content

Scuola e Formazione

Scuola: torna ‘cancelleria sospesa’, l’iniziativa solidale a sostegno anche delle famiglie ucraine

- 0 Comments

Fino al 30 settembre sarà possibile donare, negli esercizi commerciali aderenti, materiale scolastico da destinare alle famiglie valdostane in difficoltà economica ed ai nuclei di rifugiati ucraini in fuga dalla guerra.

Diverse centinaia di famiglie in difficoltà economica aiutate, migliaia di oggetti di materiale scolastico raccolti – dai quadernoni alle cartelle, dalle matite colorate agli astucci, e molto altro – e una ventina di esercizi commerciali della Valle d’Aosta coinvolti, oltre ad una trentina tra organizzazioni di volontariato e cooperative impegnate nell’individuazione delle famiglie e nella distribuzione del materiale. I risultati delle due campagne di solidarietà per la cancelleria sospesa, lanciata nel 2020 dal CSV, insieme all’Associazione Librai Italiani di Confcommercio ed al Consorzio degli enti locali della Valle d’Aosta, sono un chiaro segnale che la solidarietà non va fermata, e che il gioco di squadra è fondamentale nell’aiutare la comunità.

Proprio per questo motivo, in vista della ripartenza dell’anno scolastico, la cancelleria sospesa torna per il terzo anno consecutivo, con le stesse modalità ma con uno spirito di accoglienza ancora più a 360 gradi: si potrà acquistare, nelle librerie, cartolibrerie, ipermercati e tabaccherie aderenti, materiale scolastico da donare non solo alle famiglie valdostane in difficoltà economica, già provate dalla pandemia e che ora devono far fronte anche ad un forte aumento del costo della vita, ma anche ai nuclei di rifugiati ucraini in fuga dalla guerra.

La campagna inizierà l’11 agosto e si concluderà il 30 settembre. Come piccolo segno di ringraziamento per il gesto di solidarietà, verrà donato un segnalibro, simbolo della campagna.

La cancelleria sospesa rappresenta un elemento di solidarietà autentica di un’intera comunità verso coloro che sono rimasti indietro e che vivono in una situazione di estrema fragilità anche nel nostro contesto regionale – spiega Claudio Latino, Presidente del CSV. Ancora una volta anche con questa iniziativa emerge la straordinaria alleanza tra il mondo del volontariato, i piccoli e grandi esercenti, le funzioni pubbliche e private e i cittadini”.

L’iniziativa coinvolge anche l’Associazione dei Librai Italiani, rappresentata da Clara Acerbi: “Gli esercizi che fanno parte della nostra associazione sono molto contenti e disponibili per essere stati nuovamente coinvolti in questa meravigliosa iniziativa. Abbiamo potuto constatare che collaborare funziona. Speriamo anche quest’anno di poter aiutare tante famiglie: purtroppo, vista la situazione che stiamo vivendo, le famiglie in difficoltà sono sempre di più, quindi speriamo nella collaborazione di tutti”.

Graziano Dominidiato, Presidente di Confcommercio Valle d’Aosta, sottolinea: “La nostra associazione crede in questa iniziativa che supporta e sostiene da ormai tre anni. Riteniamo importante, visto il protrarsi del complicato momento storico che stiamo vivendo, che iniziative simili diventino sempre più numerose e consolidate nel tempo. Ci auguriamo che anche quest'anno la ‘cancelleria sospesa’ possa riscuotere un buon successo come avvenuto nelle scorse edizioni. Siamo onorati, quando ci sono queste iniziative, di essere coinvolti ed in prima linea per il bene della comunità stessa”.

L’elenco degli esercizi commerciali aderenti sarà costantemente aggiornato sul sito internet del CSV, consultabile al link https://csv.vda.it/per-una-solidarieta-sempre-piu-diffusa-torna-la-cancelleria-sospesa/.