REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Sanità, nasce l’alleanza tra l’USL VdA e l’ospedale francese di Sallanches per ridurre le liste d’attesa 

Nel quadro delle iniziative volte a mitigare le criticità nazionali dovute alla carenza di personale sanitario e per garantire ai pazienti valdostani di ottenere alcune prestazioni chirurgiche di media-bassa intensità in tempi congrui e, in futuro, ampliare in entrambi i sensi la collaborazione, è stato firmato il primo accordo con un Ospedale d’oltralpe

In un’ottica strategica di alleanza sanitaria transfrontaliera per rispondere ai bisogni degli utenti, l’Azienda USL della Valle d’Aosta ha attivato il primo accordo con un Ospedale francese, uno degli ‘Hôpitaux du Pays du Mont-Blanc’ (HPMB), a Sallanches. 

Il contratto è stato firmato questa mattina tra il Direttore Generale USL, Massimo Uberti, e il Direttore Generale dell’Ospedale francese, Jean-Rémi Richard, con l’obiettivo di favorire una collaborazione tra i due Ospedali al fine di provvedere alla riduzione delle liste di attesa di Chirurgia Generale a favore di pazienti che sono in attesa di essere sottoposti ad intervento di colecistectomia e di rimozione di cisti sacrali.

Questo accordo è un passo importante verso la collaborazione transfrontaliera nell’ambito dell’assistenza sanitaria tra strutture vicine che condividono un territorio alpino comune e che possono creare sinergie e progetti insieme per continuare a garantire la qualità dell’assistenza sanitaria – ha commentato il Direttore Generale dell’USL, Massimo Uberti -. Si tratta di una fase embrionale che ci permetterà, in futuro, di ampliare la collaborazione in entrambi i sensi. È anche un modo per mostrare che per la sanità essere terra di confine non è solo uno svantaggio, ma può diventare valore”. 

A differenza di altre strutture sanitarie presenti nelle regioni italiane territorialmente vicine alla Valle d’Aosta che stanno vivendo le stesse criticità con riguardo ai tempi di attesa delle prestazioni, in particolare chirurgiche, ‘Les HPMB’ hanno la possibilità di garantire tempi di attesa più brevi.

L’attività, che potrà subire variazioni sulla base di eventuali nuove esigenze, verrà eseguita nel rispetto dei criteri di appropriatezza previsti dalla normativa, dei protocolli sanitari e delle indicazioni internazionali e nazionali.

Il Direttore Generale di HPMB, Jean-Rémi Richard, spiega che “la collaborazione tra le due Aziende sanitarie siglata da questo primo documento apre la strada anche per un interscambio professionale, di formazione per medici e paramedici, di protocolli e di ricerca clinica e scientifica”. L’idea è quella di “presentare dei progetti sul sistema Alcotra. Rispetto ai pazienti ci sono settori, come l’Oculistica, che ci interessa. Mentre sulla formazione, all’Ospedale Parini c’è il robot Da vinci, un sistema tecnologico innovativo che noi non abbiamo”.

Ha espresso soddisfazione l’Assessore regionale alla Sanità, dottor Roberto Alessandro Barmasse: “abbiamo caldeggiato fortemente questa collaborazione transfrontaliera, con una struttura ospedaliera che è più vicina di quanto siano la maggior parte degli Ospedali piemontesi, per dare una risposta immediata a criticità relative ai tempi di attesa degli interventi chirurgici, dopo aver comunque tentato con esito negativo di formalizzare collaborazioni con strutture sanitarie piemontesi. Auspichiamo che questo sia il punto di partenza di un proficuo rapporto con le realtà sanitarie d’oltralpe, con le quali intendiamo creare collegamenti e collaborazioni, su altre specialità per le quali possiamo essere polo di attrazione per pazienti ed operatori francesi”.