REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Sala piena alla serata sul costo dell’energia in bolletta, Forza Italia raccoglie 300 firme 

di Redazione

di Redazione

Ottima partecipazione alla serata organizzata ieri sera, 6 febbraio, dal gruppo consiliare di Forza Italia al centro congressi comunale di Saint-Vincent. Il titolo dell’iniziativa era ‘Azzerare il costo della materia energia elettrica in bolletta? Si può fare!’.

Al termine dell’evento sono state raccolte 300 firme, che verranno ora depositate presso la presidenza del Consiglio Valle a corredo della proposta di legge regionale di iniziativa popolare da sottoporre a referendum propositivo, che punta ad istituire un ristoro del costo della materia energia della bolletta elettrica. A prendere per primo la parola è stato il Capogruppo regionale di Forza Italia, Pierluigi Marquis, che ha spiegato ai presenti i termini della proposta di legge, che punta ad azzerare il costo della materia energia elettrica in bolletta a favore dei residenti in Valle d’Aosta titolari di utenze domestiche destinate ad abitazione principale ed ubicate nel territorio valdostano.

Emily Rini, nella sua qualità di consigliere del Vicepremier Antonio Tajani, ha invece riportato l’attenzione del pubblico sul caso della Basilicata, che “ha azzerato il costo del gas per tutti i cittadini utilizzando le compensazioni economiche riconosciute alla Regione dalle grandi società petrolifere autorizzate all’estrazione del petrolio nei tre giacimenti presenti sul territorio”. Inoltre, il leader di Forza Italia VdA ha affrontato la questione del rinnovo delle concessioni idroelettriche, annunciando importanti passi in avanti verso una disciplina nazionale che possa definire positivamente un dossier cruciale sia per la Valle d’Aosta, sia per l’autonomia strategica energetica dell’intera nazione.

L’avvocato Giovanni Battista Conti, esperto nel settore energetico e più in particolare nella disciplina delle acque pubbliche, si è quindi addentrato dal punto di vista tecnico nella proposta di legge regionale in esame, prefigurando le ricadute economiche che tale normativa potrebbe avere sui portafogli valdostani in caso di approvazione. Mentre l’innovation manager Mauro Papagni ha affrontato il tema del risparmio energetico sia attraverso l’efficientamento degli edifici, sia attraverso alcuni piccoli accorgimenti pratici che ogni famiglia potrebbe adottare quotidianamente.

L’imprenditore Alberto Arditi, referente valdostano di Assoidroelettrica, infine ha posto l’attenzione sulla riduzione del costo della seconda parte della bolletta, ovvero quella extra materia energia elettrica, lanciando due possibili strade.