Skip to main content

Economia e Lavoro

Riunito il Comitato di sorveglianza del FESR - Bertschy "Importante contributo per il sostegno al nostro tessuto imprenditoriale e sociale"

- 0 Comments

Si è riunito ieri, online, il Comitato di sorveglianza del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FESR) della Valle d’Aosta, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale, con il compito di valutarne l’attuazione e i progressi compiuti.

Alla riunione, presieduta dall’Assessore agli Affari Europei Luigi Bertschy, hanno preso parte i rappresentanti della Direzione generale Politica regionale della Commissione europea, dell’Agenzia per la coesione territoriale, della Regione e del Partenariato istituzionale, economico e sociale.

"Anche il FESR, come il Fondo sociale europeo (FSE), ha raggiunto gli obiettivi di spesa per il 2020 – spiega Bertschy - e ha dato un importante contributo per il sostegno al nostro tessuto imprenditoriale e sociale in questa complessa fase. La riprogrammazione delle risorse ci ha permesso di riorientare le risorse su interventi specifici in supporto all’occupazione e ai nostri sistemi produttivo e sanitario. Ringrazio l’Autorità di gestione e tutte le strutture dell’Amministrazione regionale che si sono dedicate alle attività previste dal Programma operativo".

Il Comitato ha preso atto del buon andamento complessivo del Programma: sono stati infatti approvati complessivamente 163 progetti e i costi ammessi (pari a 70,49 milioni di euro) hanno superato del 9,5% la dotazione programmata. Il 67,5% di questi costi è stato impegnato e, di quanto impegnato, oltre il 71% è stato pagato, il che rispetto al programmato, corrisponde al 52,6%.

Il Programma, con una spesa certificata pari a oltre 24 milioni di euro, ha già conseguito il target di spesa previsto dai regolamenti comunitari al 31 dicembre 2020.

In considerazione degli interventi ritenuti necessari per fronteggiare l’emergenza sanitaria sul territorio regionale, il Comitato di sorveglianza ha approvato la proposta di riprogrammazione del Programma operativo Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FESR).

La proposta prevede, in particolare, di destinare una parte delle risorse del Programma per attuare interventi finalizzati a tutelare i livelli occupazionali nelle PMI e a rafforzare il sistema sanitario regionale, in coerenza con l’Accordo stipulato con il Ministro per il Sud e la Coesione territoriale, in data 28 luglio u.s., per la riprogrammazione dei Programmi operativi dei Fondi strutturali 2014/20 in funzione anticrisi e con la legge regionale n. 8 del 13 luglio 2020, recante, tra l’altro, misure urgenti per contrastare gli effetti dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.