Skip to main content

Salute e Ambiente

"Prospettive metodologico-gestionali in sanità animale, tra remote-sensing e modellistica: One Health nell'era dei cambiamenti climatici"

- 0 Comments

È dedicata all'interconnessione tra sanità animale e ambientale la tavola rotonda in programma venerdì 21 febbraio 2020 all'Università della Valle d'Aosta, riunendo esperti nazionali e internazionali intorno ai modelli di gestione e di ricerca. Il convegno, che inizierà dalle 14.45  nella sede di UniVdA in via dei Cappuccini ad Aosta, è organizzato dall'Istituto sperimentale zooprofilattico di Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta ed è patrocinato dal Consiglio regionale.

L'incontro, aperto al pubblico, si intitola "Prospettive metodologico-gestionali in sanità animale, tra remote-sensing e modellistica: One Health nell'era dei cambiamenti climatici". Diversi contributi affrontano il tema della salute degli animali tra ricerca e gestione, sottolineando la forte relazione tra la vita degli esseri umani, degli animali e dell'ambiente che li ospita, con un riferimento specifico agli effetti dei cambiamenti climatici.

A intervenire sono Angelo Ferrari, Direttore generale facente funzione dell'Istituto Zooprofilattico, Romano Marabelli, Advisor Direttore generale dell'OIE di Parigi (World Organisation for Animal Health), Enrico Borgogno Mondino e Claudio Cassardo, docenti all'Università di Torino, Tommaso Orusa, borsista di ricerca all'Università di Torino, Alessandro Bagnato, docente all'Università di Milano, e Riccardo Orusa, Direttore scientifico del Centro di Referenza nazionale per le Malattie degli Animali Selvatici dell'Istituto Zooprofilattico. A concludere gli interventi è il contributo di Jean Philippe Dop, Vicedirettore generale e responsabile Affari regionali dell'OIE di Parigi.