Skip to main content

Cronaca

Processo Altanum - In 18 a processo

- 0 Comments

Nell'ambito dell'udienza preliminare seguita all'inchiesta per 'ndrangheta denominata Altanum, il gip di Reggio Calabria Vincenza Bellini ha rinviato a giudizio 13 dei 18 imputati, gli altri cinque hanno scelto il rito abbreviato.

 L'inchiesta della Dda di Reggio Calabria riguarda i dissidi e gli scontri tra i due gruppi storici di 'ndrangheta di Cittanova e San Giorgio Morgeto, i Facchineri e i Raso, per il dominio della locale calabrese, e le diramazioni nel nord Italia, in particolare in Valle d'Aosta, Emilia-Romagna e Toscana.

Dalla tentata estorsione di Giuseppe Facchineri all'impresario Giuseppe Tropiano, che ha realizzato il parcheggio pluripiano dell'ospedale Parini di Aosta, secondo i carabinieri è scaturito nel 2011 anche l'omicidio di Salvatore Raso, che aiutava il costruttore nella trattativa estorsiva.

Saranno processati davanti al tribunale di Palmi, udienza il 9 settembre alle 9.30 in aula bunker, Mario Gaetano Agostino, 76 anni, nato a Carpanzano (Cosenza), Michele Raso, 58 anni, Vincenzo Raso, 67 anni, Vincenzo Raffa, 43 anni, Giorgio Raffa, 50 anni, Giuliano Sorbara, 47 anni, Raffaele Sorbara, 50 anni, Tommaso Fazari, 59 anni, Michele Fonte, 57 anni, tutti nati a San Giorgio Morgeto (Reggio Calabria), Giuseppe Facchineri, 50 anni, nato a Cittanova (Reggio Calabria), Maurizio Napoli, 58 anni, nato a Taurianova (Reggio Calabria), Veronica Fonte, 32 anni, nata ad Aosta e Gianluca Cammareri, 31 anni,  nato a Cinquefrondi (Reggio Calabria).

 

Gli altri cinque imputati hanno invece ottenuto il rito abbreviato e per loro il processo davanti al gup di Reggio Calabria inizierà il 21 settembre. Si tratta di Giuseppe Facchinieri, 59 anni, nato a Cittanova (Reggio Calabria), Giuseppe Chemi, 60 anni, nato a Taurianova (Reggio Calabria), Roberto Raffa, 44 anni, nato a San Giorgio Morgeto, Vincenzo Facchinieri, 53 anni, nato a Cittanova (Reggio Calabria) e Salvatore Facchineri, 46 anni, nato a Cittanova (Reggio Calabria).

 

Sono parti civili la Regione Valle d'Aosta, la città metropolitana di Reggio Calabria, i comuni di Cittanova e di San Giorgio Morgeto. Gli arresti, 13 in tutto,  erano scattati il 17 luglio 2019. (ANSA).