Skip to main content

Comuni e Territorio

Prima campanella per oltre 17.000 studenti valdostani

- 0 Comments

Prima campanella oggi per 17.219 studenti valdostani che rientrano in aula dopo la lunga sospensione delle lezioni dovuta all'emergenza sanitaria e alle vacanze estive.

La cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico si è svolta nella scuola primaria di Pontey, comune della media Valle che è stato zona rossa per alcune settimane, durante la fase acuta della diffusione del coronavirus.

Oltre 2.400 gli insegnanti impiegati, l'intervento strutturale più rilevante promosso dalla Regione per garantire il rispetto delle regole di distanziamento riguarda il liceo scientifico Bérard di Aosta di cui sono state realizzate 15 nuove aule prefabbricate e altre 20 saranno pronte entro la fine di ottobre.

"Ripartiamo da qui, dall'opportunità che abbiamo oggi di tornare a scuola, di rivedere gli amici, i compagni di classe, i maestri, le maestre. In questi mesi ci siamo impegnati per far sì che anche la scuola torni ad essere per voi un luogo accogliente - ha detto l'Assessore all'Istruzione Chantal Certan - oggi siamo qui per un'occasione speciale in un posto speciale, in un comune, Pontey, che ha subito e ha dovuto gestire le conseguenze della gestione dell'emergenza del Covid.Purtroppo non abbiamo ancora le conoscenze mediche per poter dire che la malattia è superata. Ma abbiamo imparato tanto e oggi possiamo affrontarla con maggiore consapevolezza. E come è stato detto e scritto tante volte in questi mesi, sono certa che se ognuno di voi e ognuno di noi affronterà ogni giornata con responsabilità e con buon senso, andrà tutto bene".

Alla cerimonia hanno preso parte anche il Presidente della Regione Renzo Testolin, gli Assessori Albert Chatrian e Luigi Bertschy e il sindaco di Pontey Rudy Tillier.