REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Pontey, minoranza ancora sul piede di guerra: “800 mila euro di avanzo e risorse non spese”

di Redazione

di Redazione

A Pontey la lista di minoranza – ‘L’importante è Pontey – è sul piede di guerra. Dopo la diffida d’ufficio del presidente della Regione che intimava al sindaco Leo Martinet di approvare il rendiconto 2022 pena il commissariamento, ora l’opposizione torna ad alzare i toni.

La minoranza ha infatti espresso voto contrario all’approvazione del rendiconto oggetto di disputa e spiega che “oltre ad essere stato approvato con due mesi di ritardo” il rendiconto prevede un notevole avanzo di bilancio di circa 800.000 euro, sintomo di una incapacità di spese dell’amministrazione.

Per l’opposizione era necessaria “una immediata variazione al bilancio con l’applicazione di buona parte dell’avanzo, ma nella variazione non è stato previsto l’utilizzo di queste risorse”. Contestualmente l’accusa all’amministrazione Martinet è di aver bocciato una mozione della minoranza che indicava come spendere questo avanzo tanto ingente, risorse invece che dovrebbero rimanere ferme.

“Ad esempio – concludono i consiglieri de ‘L’importante è Pontey – avevamo proposto di stanziare subito i soldi per la progettazione di un piazzale in frazione La Bovaye dove si protrae da anni la carenza di posti auto, ma per la Giunta i soldi sono pervisti solo nel 2025″.