REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

P.S.Martin si prepara a ricordare il 23 agosto 1944, giorno del tragico bombardamento “alleato” che uccise 130 persone

di Redazione

di Redazione

Il 23 agosto prossimo a Pont-Saint-Martin si celebreranno i settantanove anni dal tragico 23 agosto 1944. 

In quel giorno, un normale giorno di guerra per tutta l’Europa, su tutti i fronti terrestri i tedeschi si stanno ritirando, Roma è già una città libera e gli americani risalgono la penisola – racconta una nota -. E’ evidente che la guerra non è finita, ma sta prendendo un’altra piega, si incomincia ad intravvedere la fine di questo orribile periodo. In quel giorno però dalla base di Alesani scatta la Mission 522 il cui obiettivo sono i ponti stradali di ‘Settino’ a Ponte San Martino Italy, pin point J-172864. Scopo della missione la distruzione dei due ponti in muratura, distanti tra loro 55 yards e il blocco delle strade all’interno del piccolo paese. Partono 18 aerei bimotori e il destino di un piccolo paese è segnato. Alle 17:30 la vita tranquilla del borgo viene sconvolta: gli ordigni, rilasciati dagli aerei, “luccicanti” nel sole d’agosto cadono in centro paese e portano la morte: 130 morti, tra cui 40 bambini che giocavano nelle piazzette del piccolo centro. Sono quasi tutte vittime civili, il centro del paese è distrutto. Sono quelli che oggi chiamano effetti collaterali di un conflitto. Un denso e soffocante fumo nero si alza e copre tutto il paese, segue un angoscioso silenzio infranto di lì a poco dai lamenti, dalle grida e dai pianti dei sopravvissuti. Incominciano ad arrivare i primi soccorsi e ha inizio il tragico calvario del dopo bombardamento”.

Ricordare quello che la popolazione di Pont-Saint-Martin ha subito – che oggi altre popolazioni subiscono ancora – vuole essere una denuncia contro la brutalità della guerra. Come da tradizione saranno ricordati i caduti di questo tragico evento con la commemorazione ufficiale e la santa messa alle ore 17:30 presso il camposanto di Pont-Saint-Martin. 

Nel pomeriggio del 23 agosto, dalle ore 14:30 fino alle ore 16:30, vi sarà l’apertura straordinaria della Casa Forte ‘L Castel dove sono organizzate visite guidate all’antica dimora dei Signori di Pont-Saint-Martin, che ospita tra gli altri il Museo del Bombardamento.

Il programma della commemorazione prevede, inoltre, alle ore 15:00 sempre presso la Casa Forte ‘L Castel il conferimento all’amministrazione comunale dell’attestato d’iscrizione all’Albo d’Onore dell’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra per la tragedia subita dalla popolazione di Pont-Saint-Martin in quel tragico giorno d’agosto del ’44. 

A seguire sarà rappresentata ‘23 agosto’, una riflessione in musica in ricordo dei tanti  bambini che persero la vita durante il bombardamento, opera elaborata dalla prof.ssa Margherita Barsimi accompagnata dalle melodie della prof.essa di chitarra Margherita Vallomy. Nell’occasione inoltre sarà presentata una breve graphic novel in tema realizzata dal fumettista Fabio Roveyaz

La sera alle ore 21:00 presso la chiesa di Fontaney si terrà il concerto ‘Per non dimenticare’ dell’Arsnova Orchestra Wind Ensemble diretto dal Maestro Fulvio Creux e con la partecipazione del soprano Ethel Onnis.