Skip to main content

Cronaca

Polizia Stradale - Tutti i dati dell'attività del 2019, accertate 9.888 infrazioni al codice della strada

- 0 Comments

Sono state accertate 9.888 infrazioni al codice della strada in aumento di circa il 15% rispetto al 2018, ritirate 162 patenti di guida e oltre 200 carte di circolazione, questi alcuni dei dati registrati nel 2019 dalla Polizia Stradale della Valle d'Aosta.

La Sezione della nostra Regione si compone di 98 operatori divisi tra uffici sezionali, Sottosezione di Pont Saint Martin e Sottosezione di Courmayeur. Nel corso dell'anno scorso sono state espresse complessivamente oltre 5500 pattuglie nell’ambito degli itinerari autostradali della A\5 tra il casello di Quincinetto e il Traforo del Monte Bianco dove la Polizia Stradale opera in esclusiva e le strade statali 26 e 27.

Entrando nel dettaglio il mancato uso delle cinture di sicurezza è stato sanzionato oltre 400 volte mentre l’uso improprio di telefono cellulare è stato sanzionato 300 volte in aumento del 10% rispetto al 2018 "La repressione del fenomeno della distrazione alla guida causato soprattutto dall’uso degli smartphone - fa sapere la Questura -  è stato attuato anche attraverso pattuglie in borghese in ragione della particolare pericolosità di tale condotta".

Lungo la tratta autostradale della A\5 da Quincinetto al Traforo del Monte Bianco e lungo le strade statali 26 e 27, nel corso del 2019 sono stati elevati 2700 verbali per eccesso di velocità in aumento del 150% rispetto al 2018 e decurtati 14000 punti patente tutto questo "Anche grazie alla piena operatività del sistema di calcolo della velocità media TUTOR all’interno del Traforo del Monte Bianco e al sistematico utilizzo di tutte le apparecchiature elettroniche per il rilevamento del superamento della velocità, dislocate - continua la Questura - appositi servizi vengono svolti in corrispondenza dei caselli autostradali finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno del mancato pagamento dei pedaggi nonché la verbalizzazione in seguito alle segnalazioni giunte dai soggetti appositamente abilitati delle concessionarie autostradali."

Nel corso del 2019 è stata assegnata alla Sezione polizia Stradale di Aosta un’apparecchiatura denominata “Street control” in grado di accertare in “tempo reale”, anche con pattuglia in movimento, la copertura assicurativa dei veicoli durante la loro circolazione e la regolare revisione e sono stati controllati con questa apparecchiatura oltre 25.000 veicoli ed elevati 70 verbali a carico di quelli privi di copertura assicurativa e 340 verbali per irregolarità nella revisione periodica.

Per quanto riguarda la repressione della guida in stato di ebbrezza e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, sono stati complessivamente controllati 18.000 conducenti e sottoposti a verifica con etilometro e precursore con un aumento percentuale del 5% rispetto all’anno 2018. Di questi sono risultati in stato di ebbrezza 67 conducenti, dato stabile rispetto al 2018 e 2 persone sono state denunciate per guida in stato di alterazione conseguente all’assunzione di sostanze stupefacenti.

Specifica attenzione è stata rivolta ai controlli nel settore dell’Autotrasporto e alla verifica del rispetto delle specifiche normative, in particolare presso l’Area Tecnica di Regolazione di Pollein e al Piazzale del Traforo del Monte Bianco, con circa 8500 veicoli adibiti al trasporto di merci sottoposti a controllo rispetto ai circa 8000 del 2018 (+6%) "Tra questi vengono sistematicamente controllati in particolare i veicoli che circolano in condizioni di eccezionalità rispetto a dimensioni e massa e quelli che trasportano sostanze pericolose, focalizzando l’attenzione in particolare sul rispetto dei tempi di guida e di riposo da parte dei conducenti professionali".

 

Guardando alle gite scolastiche nel corso del 2019, d’intesa con il Ministero dell’Istruzione sono stati attivati controlli d’iniziativa o su segnalazione dell’istituto scolastico mirati al controllo degli autobus destinati al trasporto delle scolaresche per gite o viaggi d’istruzione sono stati complessivamente controllati 276 autobus rispetto ai 180 del 2018 (+53%).

"In ambito autostradale - continua la Questura -  scenario in cui come detto la Polizia Stradale opera in esclusiva, si conferma il trend di diminuzione complessiva del numero dei sinistri". Il numero di incidenti con soli danni occorsi e rilevati dagli agenti è stato pari a 51 sinistri mentre nel 2018 sono stati 58 (-12%).  In leggero aumento il numero di incidenti con lesioni passati da 19 del 2018 a 21 del 2019. Tuttavia il numero di persone ferite è diminuito passando da 48 del 2018 a 37 del 2019 (-23%). Nel corso del 2019 non si è verificato in ambito autostradale alcun incidente con esito mortale, mentre nel 2018 si è verificato un sinistro nel quale hanno trovato la morte n. 2 persone. Complessivamente sono 4 le persone decedute a causa di incidente stradale in Valle d’Aosta nel 2019 rispetto alle 12 del 2018 con una riduzione della mortalità del 66%.

Per quanto concerne l'attività di Polizia Giudiziaria sono stati svolti 34 controlli amministrativi agli esercizi commerciali connessi alla circolazione dei veicoli (concessionarie, autorimesse, autofficine, demolitori ecc.) accertando e contestando 4 violazioni amministrative. Nel corso dell’anno, e soprattutto in occasione dell’esodo estivo e delle principali festività sono state effettuate 97 pattuglie di Polizia Giudiziaria con personale e autovetture in “borghese” in aggiunte a quelle ordinariamente impegnate nell’attività di vigilanza stradale. Nell’ambito dell’attività di P.G. svolta nel 2019 sono state arrestate complessivamente 4 persone per residui di pena da scontare. Sono state inoltre denunciate due stranieri in quanto sorpresi a sostenere l’esame per la patente di guida al posto di altri.

"Particolare e costante attenzione viene rivolta alle lezioni di educazione stradale nelle scuole da parte di personale qualificato della Sezione - conclude la Questura - l’impegno è rivolto agli alunni delle scuole medie e superiori della Regione. Nel corso dell’anno 2019 sono stati effettuati interventi che hanno coinvolto circa 1000 alunni. Di particolare efficacia si è dimostrata la proiezione del film agli alunni delle scuole superiori “Young Europe” interamente prodotto dalla Polizia di Stato, nel quale le vite di giovani europei, pur apparentemente distanti, sono tutte accomunate da un incidente stradale che li coinvolge tragicamente. Inoltre, nel 2019 è stata attuata anche in Valle d’Aosta la campagna di educazione stradale “Icaro” giunta alla 20^ edizione in collaborazione con l’Università “Sapienza” di Roma". Resta costante l’impegno della Polizia Stradale sul fronte del concorso nei servizi di Ordine Pubblico, con l’impiego, a disposizione della Questura di Aosta, di specifiche pattuglie utilizzate prevalentemente per l’attività di controllo del territorio. La Sezione Polizia Stradale di Aosta contribuisce costantemente, insieme agli altri protagonisti del sistema Protezione Civile, alla gestione della circolazione in occasione di precipitazioni nevose o criticità alla circolazione dovuta in particolare al traffico intenso verso il Traforo del Monte Bianco o il Traforo del Gran San Bernardo. Nel corso del 2019 la Sezione Polizia Stradale di Aosta ha inoltre garantito il supporto alla viabilità nel corso della tappa Valdostana del Giro d’Italia e specifico servizio di scorta al giro ciclistico internazionale Mont Blanc".