REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Passa la revisone della l.r.3/2009: dalla Regione fondi per favorire imprese guidate da giovani o donne

di Redazione

di Redazione

Nel corso dell’ultimo Consiglio Valle è stato approvato all’unanimità un d.l. che contiene degli interventi per favorire l’imprenditoria giovanile, femminile e per eventuali disoccupati nel settore dell’industria e dell’artigianato.

Il nuovo testo si compone di 14 articoli che ricalcano la legge regionale 3 del 2009 che non era finanziata. L’obiettivo è sostenere l’imprenditoria attraverso la concessione di contributi una tantum, a fondo perduto, nella misura massima del 60 % della spesa ammissibile (tra 10mila e 80mila euro), rivolti ai giovani tra i 18 e i 35 anni e alle donne senza limiti di età. Inoltre, recependo tre emendamenti depositati in Aula dai gruppi Lega VdA, PlA e FI, il provvedimento è esteso anche alla categoria dei disoccupati di lunga durata.

Per poter accedere ai contributi dovrà essere presentato un business plan, che consentirà una maggiore selettività nonché il finanziamento di iniziative imprenditoriali di qualità, anche in termini di ricaduta sul territorio regionale, oltre che la possibilità di avvalersi di un servizio di tutoraggio, erogato dalla struttura regionale.