Skip to main content

Economia e Lavoro

Partenza anno scolastico - Professori precari "Numero record di cattedre vuote in Valle d'Aosta"

- 0 Comments

"L'imminente rientro in classe per l'anno scolastico 2020/2021 avverrà, oltre che tra le incertezze dettate dal perdurare della pandemia e dallo stato di emergenza, per il numero record di cattedre vuote. Se a livello nazionale sono quasi 60.000 gli insegnanti che mancano a coprire i posti disponibili, in Valle d'Aosta sono rimaste vacanti 241 cattedre sulle 445 indicate come necessità dall'organico di fatto, con alcuni vuoti clamorosi" così i Professori precari in merito all'imminente inizio dell'anno scolastico e alle problematiche legate alla copertura delle cattedre.

"Alle medie sono rimasti vuoti 17 posti di francese (su 27), 14 di matematica e scienze (su 24), 6 di inglese (su 7); la situazione delle scuole superiori non è migliore, con 11 posti liberi di matematica su 12, 7 di matematica e scienze su 11, 12 su 23 nelle discipline letterarie - aggiungono - i numeri più drammatici riguardano la copertura dei posti su sostegno, ossia quelli destinati a supportare gli alunni che più hanno bisogno di competenza, esperienza e continuità: alle scuole medie sono rimasti vuoti 43 posti di sostegno su 53 e alle superiori 17 su 33".

E concludono "Il precariato non è un'etichetta per una categoria di insegnanti ma un male della scuola italiana. In Valle d'Aosta gli insegnanti cosiddetti precari non solo non sono tali da coprire esclusivamente malattie, gravidanze, aspettative, ma sono regolarmente in servizio ogni anno, nel migliore dei casi dal primo settembre al 31 agosto, spesso nella stessa istituzione scolastica per anni consecutivi: a rendere il precariato cronico, per legge più che di fatto, è quindi un sistema di accesso alla professione più soggetto alle correnti politiche che a una strutturazione organica e lungimirante".