REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Ospedale Parini, il Centrodestra annuncia una mozione sull’ampliamento: “costi esplosi e progetti mancanti”

di Redazione

di Redazione

L’ampliamento dell’ospedale ‘Parini’ tornerà al centro del dibattito in Consiglio Valle. Ad annunciare una mozione è il Centrodestra valdostano riunitosi in una conferenza stampa. L’iniziativa sarà presentata da Lega Valle e Forza Italia, i due movimenti che attualmente hanno dei rappresentanti nell’assemblea.

Il più duro è Alberto Zucchi, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, che esordisce: “chiederemo alla maggioranza di capire come sia possibile che, a fronte di uno stanziamento previsto di 139 milioni di euro per le cinque fasi, ora si arrivi a 190 milioni, secondo quanto delineato da Siv nel Consiglio comunale di Aosta, senza considerare i lotti 4 e 5”.

Ma le perplessità della coalizione si estendono anche all’ipotesi dell’ampliamento, da cui però difficilmente si potrà retrocedere. A parlarne il Segretario della Lega, Marialice Boldi: “è una ristrutturazione che noi ci chiediamo come possa essere fatta alla luce delle norme vigenti. Siamo in una regione in cui di costosissime opere incompiute ce ne sono parecchie, noi del Centrodestra non vorremmo che questo riaccadesse di nuovo, in un settore come la Sanità, così importante e così in difficoltà in questo momento”. La richiesta delle forze politiche è di accedere a dati comparati fra i due progetti – l’ampliamento e la costruzione ex novo di una struttura – per poi decidere quale opzione sia la migliore.

Più sfumata la posizione di Forza Italia, rappresentata al tavolo dei relatori dalla coordinatrice Emily Rini che ricorda l’esistenza di un referendum in cui venne votato l’ampliamento. Ciò nonostante anche gli azzurri si allinenano all’idea che serve una nuova valutazione sull’opportunità di un ampliamento: “siamo sempre stati per continuare l’ampliamento – dice la Rini –, ma è certo che se cambiano i dati oggettivi, se i costi continuano ad aumentare in maniera sconsiderata, se non abbiamo un quadro d’insieme dei costi, dei tempi e addirittura della fattibilità dei lotti 4 e 5, come può un amministratore serio andare avanti con il paraocchi?”.

Infine, Orlando Navarra, Segretario del movimento ‘Noi moderati’, taglia netto: “al momento siamo una nave senza bussola che sta andando a sbattere contro gli scogli dello spreco del denaro”.