Skip to main content

Cronaca

Operazione Alibante - Ai domiciliare l'avvocato Bagalà

- 0 Comments

Tra i 19 arrestati dell'operazione Alibante, coordinata dalla procura distrettuale di Catanzaro, risulta l'avvocato di Aosta Maria Rita Bagalà, 52 anni, agli arresti domiciliari da questa mattina.

L'operazione, scattata all'alba nella provincia di Catanzaro, ha portato all'arresto di 19 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, scambio elettorale politico-mafioso, corruzione, estorsione, intestazione fittizia di beni, rivelazione di segreti d'ufficio e turbativa d'asta.

L'avvocato Bagalà è accusata di essere la ''mente legale della cosca'', assieme a lei è indagato a piede libero anche il marito, l'avvocato aostano Andrea Giunti, che, secondo l'accusa, ''partecipava con consapevolezza di scopi e vincoli al

sodalizio''.

Dalle indagini dei carabinieri, è emerso che Maria Rita Bagalà è la figlia di Carmelo Bagalà, anche lui arrestato oggi, e considerato dagli inquirenti il ''capo storico e attuale'' dell'omonima cosca operante nei comuni costieri di Falerna e Nocera Terinese.