REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Oculistica, al Beauregard di Aosta effettuate oltre 3.000 iniezioni intravitreali in un anno 

di Redazione

di Redazione

Aperto a inizio 2023 dalla struttura complessa di oculistica del Beauregard di Aosta, l’ambulatorio per iniezioni intravitreali ha effettuato oltre 3.000 iniezioni in un anno su pazienti affetti da degenerazione maculare senile. 

Si tratta di “una patologia cronica molto diffusa, che rappresenta una delle principali cause di cecità nella popolazione di età superiore ai 55 anni, e si stima che in Italia vi siano circa 15.000 nuovi casi all’anno“, dichiara l’Usl della Valle d’Aosta. 

Questa terapia è essenziale nella versione della forma umida della malattia che in Valle d’Aosta riguarda circa 650 pazienti – si legge in una nota –. A cui se ne aggiungono altri 1.300 affetti dalla forma secca (per cui non sono ancora prescrivibili le iniezioni intravitreali, la procedura è in attesa di autorizzazione ministeriale)“. 

Per entrambe le categorie al poliambulatorio di Donnas è attiva la Tomografia a coerenza ottica (Oct), un esame indispensabile nella diagnosi preoperatoria e nel follow-up postoperatorio della gran parte delle patologie oculari che necessitano di un intervento chirurgico. L’Oct è collegata a un servizio di telerefertazione. 

Avere questo servizio sul territorio permette di raggiungere in modo più capillare i pazienti garantendo un miglior accesso alla diagnosi e quindi alle cure. Più la diagnosi è precoce più in fretta si può ricorrere al trattamento raggiungendo buoni risultati in termini di cura e di qualità di vita“, spiega Luca Ventre, direttore del reparto di Oculistica.