Skip to main content

Economia e Lavoro

Luigi Bolici eletto Segretario del Savt École

- 0 Comments

Luigi Bolici è il nuovo Segretario del Savt École, a votarlo all'unanimità Il Comité Directeur del SAVT École, riunitosi il 24 giugno al Cral Cogne di Corso Battaglione. Bolici sarà affiancato dall'insegnante Sabrina Borre, che è stata eletta vice-segretaria della Categoria, con l'incarico di seguire specificatamente il settore dell'istruzione primaria ed educativo.

"La scelta del Comité Directeur - fa sapere il savt -  è ricaduta sul nome di Luigi Bolici perché il Direttivo ha ritenuto di valorizzare prima di tutto le ampie ed apprezzate competenze acquisite nel corso del tempo dallo stesso Bolici, in forza al SAVT dal 2013 e funzionario del settore scuola nel corso degli ultimi otto anni. Con l'elezione del nuovo segretario il Comité Directeur ha inoltre confermato il modello di gestione collegiale della categoria, quale prezioso elemento di democrazia interna e strumento per favorire la partecipazione e la rappresentatività dei diversi segmenti d'istruzione".

La segreteria del Savt École risulta quindi così composta: Luigi Bolici, Segretario; Sabrina Borre, Vice-segretaria; Daniele De Giorgis, secondaria di primo grado; Marco Goresi, educatore di Convitto; Lidia Milliery, scuola primaria; Loris Orantelli, scuola dell'infanzia e Giorgia Sordi, scuola secondaria di secondo grado.

Nel discorso di investitura, Bolici ha confermato "La collocazione del Savt École nel quadro della scuola valdostana, con un preciso richiamo al valore dell'unità sindacale e l'intenzione di lanciare alle altre organizzazioni sindacali scolastiche valdostane la proposta, per il prossimo mese di settembre, di un attivo unitario per rilanciare l'azione sindacale sui temi più urgenti di questa fase storica, dal rientro in sicurezza all'annosa questione del precariato".

Bolici ha inoltre ribadito "Limpegno del Savt École in quanto sindacato confederale ed autonomista, cui spetta la tutela delle caratteristiche della comunità regionale e la difesa del modello di scuola valdostano, a partire dalla tutela del francese e dalla valorizzazione del suo insegnamento. Il Savt École intende rilanciare l'attenzione sulle competenze attuative ed integrative della Regione derivanti dallo Statuto di Autonomia, per richiedere un potenziamento delle assunzioni nella scuola valdostana, al fine di affrontare l'emergenza contingente e anche, in prospettiva, di implementare e migliorare sia il funzionamento che l'offerta formativa della scuola valdostana, a beneficio di lavoratori, alunni e famiglie".