Skip to main content

Cultura e Spettacoli

Lettera di una stagionale valdostana in merito ad un servizio televisivo sulla montagna

- 0 Comments

Buongiorno, mi presento, sono Ilaria e sono una dipendente stagionale. Lavoro presso le casse degli impianti di risalita di Cervinia e vorrei parlarvi di alcune mie considerazioni in merito al servizio mandato in onda recentemente da Mediaset.

E’ necessaria una premessa: ad ottobre sono stata assunta con contratto a tempo determinato felice di iniziare una nuova stagione, purtroppo terminata con largo anticipo il 30 novembre. Ero quindi presente durante il primo stop allo sci.

Posso garantire personalmente che è stato fatto un enorme e scrupoloso lavoro di controllo, attenendosi meticolosamente alle disposizioni della F.I.S.I., per ogni singolo atleta presente nelle liste di convocazione che gli sci club dovevano far pervenire obbligatoriamente in anticipo ai nostri uffici competenti.

So quindi come siano minuziosi i controlli che sono certa continuano ad essere effettuati per ogni atleta presente sulle nostre piste. Tutto questo sempre in collaborazione con il Corpo dei Carabinieri di zona presenti giornalmente sulle nostre piste.

Se non conoscete il mondo dello sci non potete parlarne, state calpestando sogni e sacrifici di molte persone solamente per fare notizia alimentando paura e rabbia .

Potrei suggerire una notizia agghiacciante che nonostante fosse sotto gli occhi di tutti è stata trascurata, ovvero la presenza degli sciatori di giornata: 250 atleti.

Per chi non conosce Cervinia in piena stagione la presenza giornaliera si aggira intorno alle 8-10.000 persone. Con questo penso di aver detto moltissimo.

Non è mai stato chiesto il nostro parere e non è nemmeno mai stata ascoltata la nostra voce e ora credo sia importante fare capire quale sia la situazione reale che si presenta nelle località montane. Stiamo cercando di sopravvivere.

Non cercate di farci odiare la montagna perché per chi la ama davvero è impossibile, non ci riuscireste mai.

Ilaria Delfino