REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

L’AVIS Aosta festeggia il suo 75esimo compleanno 

di Redazione

di Redazione

Si è svolta l’assemblea ordinaria dell’Avis Aosta, in un incontro improntato sul presente e sul futuro dell’associazione. 

Dopo i saluti del Presidente del CSV Claudio Latino e della Presidente dell’Avis Valle d’Aosta Ingrid Bredy, il Presidente dell’Avis comunale Aosta Daniele Scano ha relazionato sull’attività volta durante il 2023.

Quest’anno è particolarmente significativo perché l’AVIS Aosta compie 75 anni dalla sua nascita in Valle d’Aosta (12 giugno 1949) – ha dichiarato quest’ultimo -: un percorso lungo che ha contribuito concretamente a sostenere la donazione in Valle d’Aosta. I nuovi soci nel 2023 appena concluso sono stati 73, mentre i soci donatori attivi sono 949 (580 maschi e 369 femmine) e i non donatori sono 100 (77 maschi e 23 femmine). Le donazioni nel 2023 sono state 1.245, sostanzialmente in linea rispetto al 2022, di cui 867 di sangue intero e 378 per quanto concernente la plasmaferesi”.  

I dati sono consolidati, ma questo non deve farci pensare semplicemente a gestire la situazione in essere: la popolazione, e con essa i donatori, invecchia progressivamente e dobbiamo fare continuamente i conti con i limiti temporali imposti dal regolamento trasfusionale. Occorre certamente coinvolgere in maniera più efficace il mondo giovanile per poter contare nel tempo su nuovi ricambi”, ha concluso Scano.

A tal proposito, per il 2024 l’AVIS Aosta ha vinto un bando regionale con un nuovo progetto sociale che interessa le classi quarte e quinte delle scuole superiori dell’ITPR e del Liceo Artistico di Aosta. 

Durante l’incontro è stata consegnata la benemerenza al socio Ghigo Rossi per le 100 donazioni e sono stati presentati i due neo eletti nel Consiglio Direttivo: Veronica Marazzato e Enrico Di Francesco.