Skip to main content

Politica e Istituzioni

Lavevaz:"l'introduzione del Green pass sui luoghi di lavoro, in VdA non ha inciso significativamente"

- 0 Comments

Secondo il presidente della Regione Valle d'Aosta, Erik Lavevaz, l'introduzione del Green Pass nei luoghi di lavoro "non ha provocato situazioni così critiche come quelle ipotizzate, i dati giornalieri possono comunque variare di giorno in giorno ed è pertanto ancora difficile prevedere una programmazione organizzativa di medio-lungo periodo". I primi dati, inerenti al settore dei trasporti - in cui le assenza hanno avuto un'incidenza leggermente superiore -, "ha retto e le fasce orarie più importanti sono state garantite", aggiunge Lavevaz, sottolineando "l'importanza di una condivisione, tra istituzioni e parti sociali, di una linea comunicativa il più possibile precisa e univoca".

Sul tavolo della riunione straordinaria del Consiglio politiche del lavoro, sarebbero emersi numerosi problemi oggetti di discussione:

  • il problema della scadenza della certificazione verde durante il turno del lavoro;
  • lo sciopero illegittimo al quale aderiscono i lavoratori del settore pubblico;
  • problematiche relative al rilascio dei green pass dopo la prima dose e la necessità di maggiori posti disponibili per i tamponi al drive in di Aosta.

Alla luce di queste considerazioni, l'assessore Bertschy ha affermato che "è importante mettere tutti intorno a un tavolo e accordarsi su eventuali iniziative comuni", aggiungendo che l'obiettivo dell'incontro era quello di "dare seguito a un percorso di confronto e di raccordo iniziato nelle scorse settimane per condividere le informazioni tra i vari settori economici valdostani e la varie componenti sociali e poter valutare con tempestività la situazione".