REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

La Valle d’Aosta sarà ospite al Salone del vino di Torino dal 2 al 4 marzo

di Redazione

di Redazione

La Valle d’Aosta avrà un suo spazio dedicato come regione ospite all’appuntamento dedicato a tutti gli amanti del vino che si terrà a Torino nel lungo weekend dal 2 al 4 marzo, con iniziative diffuse in tutta la città.

L’evento – giunto alla sua seconda edizione – è stato presentato ieri dal Sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, dal Presidente della Camera di Commercio di Torino, Dario Gallina, e dall’Assessore all’Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca della Regione Piemonte, Marco Protopapa. Per la Valle d’Aosta, oltre all’Assessore Marco Carrel, ha preso la parola il Presidente della Camera valdostana delle imprese e delle professioni, Roberto Sapia.

L’evento avrà l’obiettivo di raccontare questo prodotto attraverso tradizione e innovazione, grazie alla partecipazione di più di 500 cantine tra l’esposizione del weekend e il ricco programma dedicato a momenti di approfondimento in occasione del palinsesto OFF, che debutterà già martedì 27 febbraio. Sarà anche l’occasione per riflettere su temi di grande attualità e portata come quello della sostenibilità ambientale, economica e sociale.

Grande novità di questa edizione 2024 è il coinvolgimento della Valle d’Aosta come Regione ospite, che, insieme alla Chambre valdôtaine e al Consorzio Vini Valle d’Aosta, con le sue cantine e i suoi grandi spirits, darà l’opportunità al più grande pubblico di conoscere un territorio ricco di storia e tradizioni. La Regione partecipa con uno stand istituzionale, un corner dove il Consorzio vini promuoverà i vini valdostani e con la presenza a masterclass e a momenti divulgativi.

La partecipazione a questa II edizione del Salone del Vino di Torino è frutto di una sinergia fra la nostra Camera valdostana delle imprese delle professioni, la quale collabora e lavora non solo con il territorio ma anche al di fuori della nostra regione, ad esempio il sistema camerale Piemontese – precisa l’Assessore all’Agricoltura e Risorse naturali Marco Carrel -.  Indubbiamente quest’occasione è molto importante per promuovere la viticoltura valdostana sui mercati di prossimità e riconferma i buoni rapporti fra la nostra regione e il Piemonte, a noi confinante. Numerose sono le occasioni di collaborazione fra le nostre due regioni nell’ottica della promozione e della valorizzazione delle eccellenze e dell’ampio paniere dei prodotti del nostro territorio”. 

In Valle d’Aosta – conclude Carrel – il settore della viticoltura è un settore trainante del quale il nostro Assessorato non può che andare fiero, dato che ci troviamo dinanzi a un comparto tendenzialmente in crescita, che genera un valore aggiunto importante ai prodotti agricoli, contribuendo allo sviluppo dei territori rurali. In un sorso di vino valdostano si cela tutta una storia che vogliamo fare pervenire ad un pubblico di appassionati, ma anche ai turisti che frequentano la nostra regione”.

Nella foto, da sinistra: Patrizio Anisio, Direttore del Salone del Vino di Torino; Roberto Sapia, Presidente Camera valdostana delle imprese e delle professioni; Marco Carrel, Assessore Agricoltura e Risorse naturali Regione autonoma Valle d’Aosta; Dario Gallina, Presidente Camera di commercio di Torino
Vittoria Poggio, Assessore Cultura, Turismo, Commercio Regione Piemonte; Stefano Lo Russo, Sindaco di Torino; Marco Protopapa, Assessore Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca Regione Piemonte; Paolo Chiavarino, Assessore Commercio e Mercati Città di Torino; Vincenzo Grosjean, Presidente Consorzio Vini Valle d’Aosta.