Skip to main content

Cronaca

Indagini chiuse sul trapper di 'Niente Credito': chiesta archiviazione per l'istigazione a deliquere, contestato lo spaccio di stupefacenti

- 0 Comments

Il caso 'TK' era stato portato alla ribalta proprio da AostaNews24, che aveva acceso i riflettori sul video musicale 'Niente Credito' girato dentro al grattacielo del Q.Cogne dal 24enne Tarik Tiouli.  

In seguito, il clamore suscitato dal giovane aspirante trapper, i cui contenuti musicali restano discutibili, aveva acceso i riflettori e l'attenzione dell'opinione pubblica sulle forme artistiche in cui si parla in termini elogitivi della microcriminalità. Poco tempo dopo nuovi rilievi della Polizia a carico del giovane ha indotto la Procura di Aosta a indagare nuovamente il 24enne, già sottoposto a detenzione domiciliare. .

Le contestazioni spaziano dal possesso di stupefacenti ai fini di spaccio, fino all'ingresso illecito nel grattacielo di Aosta, ovvero uno stabile chiuso e sottoposto a divieto di accedere. Contestazioni che potrebbero costare care a Tarik Tiouli, anche se ora - a indagine concluse - il quadro presunto a carico del giovane pare parzialmente più leggero, dopo che il pm stesso avrebbe chiesto al gip l'archiviazione per l'ipotesi di reato di istigazione a delinquere. Per il Pubblico Ministero, infatti, il video musicale non conterrebbe gli estremi per definire quelle immagini come una istigazione a commettere reati.