Skip to main content

Economia e Lavoro

Incertezza Covid - TH Resorts non aprirà le proprie strutture in Valle, perse 193.000 presenze

- 0 Comments

“Una decisione sofferta, ma che siamo costretti a prendere stante le condizioni attuali, consci che permane la gravità dell’emergenza sanitaria in atto e che l’attenzione deve essere rivolta in primis alla salute” così Graziano Debellini Presidente di TH Resorts annuncia la non apertura delle strutture del Tour Operator in Valle d'Aosta. L'azienda, leader nel turismo montano con una quota di mercato pari al 23% circa,  non aprirà quindi le proprie strutture a La Thuile, Pila, Gressoney la Trinitè e Courmayeur, per un totale di 750 camere e 193.000 presenze perse.

Per TH Resorts oggi "non è possibile immaginare di aprire le strutture durante questa stagione invernale, nemmeno applicando i rigorosi protocolli di sicurezza messi in atto questa estate, perché ancora non è dato sapere se sarà consentita l’apertura degli impianti sciistici e gli spostamenti tra regioni". 

 “Siamo amareggiati per quanto comunicato, ma per realtà imprenditoriali come la nostra non è possibile immaginare di aprire in queste condizioni e senza la minima programmazione - conclude Debellini - siamo ancora maggiormente addolorati per i tantissimi lavoratori, anche stagionali, oltre 475 persone coinvolte in Valle D’Aosta, che non avranno altro reddito all’infuori degli ammortizzatori sociali. In questo momento possiamo solo augurarci che il Governo sostenga l’intera filiera del turismo, che è davvero in ginocchio. Noi nel frattempo continueremo a lavorare sperando che la stagione estiva trovi il Paese in una situazione meno emergenziale”.