Skip to main content

Comuni e Territorio

Incendi boschivi: Lavevaz dichiara stato di grave pericolosità sull’intero territorio regionale

- 0 Comments

In tutto il territorio regionale è vietato a chiunque accendere fuochi, abbruciare stoppie o altri residui vegetali, dar fuoco alle discariche di rifiuti e usare inceneritori sprovvisti di abbattitore di scintille.

È anche vietato, nelle zone boscate e a una distanza inferiore a 50 metri da esse, far brillare mine senza la preventiva autorizzazione da parte della stazione del Corpo forestale della Valle d'Aosta competente, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, motori sprovvisti di scarico di sicurezza, fornelli o inceneritori che producano favilla o brace, ed infine transitare con mezzi di trasporto dotati di motore a scoppio su strade di carattere agricolo o forestale nelle vicinanze di zone boscate, fatta eccezione per coloro che abbiano diritto di accesso in quanto proprietari, usufruttuari o conduttori di fondo e loro familiari e ospiti, nella zona servita dalla strada, per ragioni di abitazione, dimora, lavoro o servizio.

Il presidente della Regione Valle d’Aosta, Erik Lavevaz, considerato "l'andamento meteo-climatico dell'ultimo periodo", con un decreto, ha dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi su tutto il territorio regionale a partire da oggi e fino "al verificarsi di consistenti precipitazioni che riducano stabilmente il livello di pericolo".

Si raccomanda, inoltre, di astenersi dal gettare oggetti incandescenti dai finestrini degli automezzi, in special modo fiammiferi e mozziconi accesi, pena la sanzione fino a 4.128 euro, fatta salva l'applicazione delle norme penali qualora l'accensione del fuoco determini situazioni di pericolo e/o danni a persone o cose.