Skip to main content

Economia e Lavoro

Il Savt dichiara lo stato di agitazione per il corpo forestale della Valle d'Aosta

- 0 Comments

Il Savt dichiara di nuovo lo stato di agitazione degli iscritti e lavoratori del Corpo Forestale della Valle d'Aosta. L'ultimo era stato solo pochi mesi fa, ma secondo il sindacato la situazione da allora non sarebbe cambiata a causa dell'inerzio dell'Amministrazione regionale. 

Scrive il Savt Fp: "nonostante gli impegni formalmente assunti dall'Amministrazione regionale a seguito della chiusura della precedente procedura di raffreddamento, la stessa non ha rispettatto nessuno dei punti previsti dal verbale sottoscritto tra le parti. I dipendenti del CFV non sono più disposti ad attendere ed, ancor meno, ad essere derisi con false promesse".

Sempre il sindacato poi aggiunge che lo stato di agitazione precedente era stato ritirato a fronte di impegni precisi, scadenziati con puntualità, ma questo non sarebbe stato in alcun modo rispettato. "A ciò si aggiunga che anche le missive indirizzate alla delegazione trattante di parte pubblica, volte ad ottenere degli incontri e/o ad avere chiarimenti - aggiunge il Savt Fp - sono rimaste lettera morta: non solo le riunioni non sono state concesse, ma nemmanco sono arrivate le dovute risposte". 

Il Savt chiede per i forestali l'allineamento stipendiale e l'equiparazione previdenziale alle forze di polizia ad ordinamento civile, auspicando e accolgiendo con favore una azione trasversale fra sindacati su questo tema.