Skip to main content

Salute e Ambiente

Il 21 settembre associazioni in piazza per la Giornata mondiale dell'Alzheimer

- 0 Comments

Il 21 settembre, in occasione della Giornata mondiale dedicata all’Alzheimer, in piazza Chanoux di Aosta verrà dato spazio alle associazioni prima con il ‘Coro ALIALI - riprendiamo il ritmo’ (con le associazioni A.L.I.C.e e Parkinson Valle d’Aosta e Tamtando) e poi con ‘Associazioni in piazza’ per capire e giocare insieme (con le associazioni Alzheimer, Anteas e Auser Valle d’Aosta).

Il doppio appuntamento fa parte del ricco calendario di proposte di ‘INTERFERENZE. Luoghi di cortocircuito, dove la cultura cura’, che dal 15 settembre sta coinvolgendo la popolazione valdostana - e non solo - rispetto al tema dell’invecchiamento e delle malattie neurodegenerative attraverso l’arte e la cultura.

Interferenze nasce infatti dal desiderio di concretizzare il welfare culturale, a partire dal presupposto che cultura e salute si possono integrare per il benessere delle persone.

In questi ultimi anni - si legge in una nota -, il tema della sostenibilità si intreccia sempre di più con il tema dell’invecchiamento visto che, con l’aumento progressivo della longevità delle persone in Europa (e l'Italia è al primo posto in questa classifica europea e la seconda al mondo dopo il Giappone) i servizi sanitari e socio-assistenziali sono chiamati a trovare nuove misure più a misura del cittadino. Secondo le ultime stime dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) entro il 2050 una persona su cinque nel mondo sarà over 60”.

Interferenze è organizzato dall’Azienda USL Valle d’Aosta, per il tramite della cooperativa sociale ‘Il Margine’ di Torino, con la direzione artistica di Enrico Montrosset e della neuropsicologa Cristina Rositano della cooperativa Il Margine, nell’ambito di Pro.Sol-Senior, progetto finanziato dal programma Interreg Alcotra.

In Valle d’Aosta, Pro.Sol-Senior ha permesso di offrire ulteriori percorsi di riabilitazione per gli anziani con disturbi cognitivi e demenze lievi in modo integrato con i servizi già esistenti, individuando strategie per prevenire e affrontare la perdita di autonomia.

L’Azienda USL Valle d’Aosta, soggetto attuatore del partner Regione Valle d’Aosta, ha affidato il servizio di riabilitazione neuropsicologica alla Cooperativa sociale Il Margine di Torino. I neuropsicologi e i terapisti occupazionali della cooperativa, in modo coordinato con il Centro disturbi cognitivi e demenze (CDCD) e degli ambulatori di geriatria e neurologia, si sono presi cura delle persone - circa 60 - delle loro famiglie e dei caregivers, singolarmente nelle loro case o in gruppo nelle ‘palestre della mente’, e hanno permesso loro di fare esperienza concreta di welfare culturale.