REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

I valdostani sciano poco? Compensano i turisti. Stagione invernale d’oro per gli impianti a fune

di Redazione

di Redazione

I valdostani sciano poco: era l’allarme lanciato recentemente dall’Associazione valdostana Impianti a fune in merito alle abitudini – che vanno perdendosi – da parte dei residenti a frequentare le piste. In compenso, però, i turisti continuano a sciare moltissimo, con una nuova stagione invernale da record in vista. Fino a questo momento, infatti, è stato registrato un aumento medio del 3% nei primi ingressi e un incremento del 11% nel fatturato per gli impianti a fune regionali.

Sul tema è arrivato grande ottimismo da parte dell’Assessore, Luigi Bertschy, che ha detto: “la stagione dello sci sta complessivamente procedendo in maniera molto soddisfacente e questo, viste le difficoltà legate alla viabilità e le difficili condizioni climatiche per alcune località, è un dato molto positivo”.

A spiccare, in vetta per performance, la stazione di Pila, con un +10% di primi ingressi e +20% di fatturato. Bene anche diverse piccole stazioni, fra le quali sono da citare Crevalcol (+40% ingressi, +65% fatturato), Antagnod (+25% ingressi, +18 % di fatturato) e Torgnon (+ 8% ingressi +12% fatturato).