REDAZIONE@AOSTANEWS24.IT

Guerra in Ucraina, ad Aosta torna il presidio per la pace

di Redazione

di Redazione

Il movimento Unione Popolare della Valle d’Aosta ha annunciato il suo sostegno alla manifestazione nazionale indetta dal Collettivo autonomo dei lavoratori portuali di Genova, che si svolgerà sabato con la parola d’ordine “Abbassiamo le armi. Alziamo i salari”. L’UP si schiera con forza contro la guerra e sostiene qualsiasi iniziativa contro di essa.

Secondo l’Up, la guerra ha già causato molte vittime e feriti e l’escalation delle tensioni internazionali rende sempre più credibile l’ipotesi dell’olocausto nucleare. L’organizzazione politica promuove quindi un presidio ad Aosta in piazza Émile Chanoux domani, venerdì 24 febbraio, con volantinaggio dalle 17:00 alle 19:00.

L’UP non accetta che il governo Meloni, in continuità con il governo Draghi e con il consenso del centro “sinistra”, continui a sostenere la logica della guerra come strumento per risolvere i conflitti e i problemi internazionali, in palese violazione dell’articolo 11 della Costituzione.

In sintesi, l’Unione Popolare della Valle d’Aosta sostiene la manifestazione di Genova e promuove un presidio ad Aosta per esprimere il suo netto rifiuto della guerra come soluzione ai problemi internazionali.