Skip to main content

Politica e Istituzioni

Forza Italia: "alla maggioranza comunale di Aosta non interessano i commercianti in crisi"

- 0 Comments

"La rigenerazione urbana e l'attenzione alle periferie e alle frazioni, per l'Amministrazione comunale di Aosta, altro non sono che esercizi di stile sbandierati soltanto quando faceva comodo, ovvero in campagna elettorale, visto che la decisione di astenersi sulla mozione concernente l'annoso problema della desertificazione commerciale, specialmente in periferia e nelle frazioni, è qualcosa di politicamente grave, che evidenzia il totale scollamento di questa maggioranza dalla realtà cittadina".

Il consigliere comunale di Forza Italia, Renato Favre, vice presidente dell'assemblea della città di Aosta, commenta in questo modo il voto di astensione espresso questa mattina dai gruppi della maggioranza comunale in merito alla mozione dal titolo 'Desertificazione commerciale in periferia e nelle frazioni', presentata dallo stesso Favre con l'intento di impegnare la Giunta comunale, e in particolare l'assessore comunale competente, ad attivarsi per individuare e adottare in maniera urgente le misure più idonee nelle possibilità dell'Amministrazione comunale al fine di invertire o comunque di porre un freno al grave processo di desertificazione commerciale in atto sul territorio comunale di Aosta, che sta investendo innanzitutto negozi di vicinato e piccoli esercizi commerciali di paese.

"La maggioranza ha motivato il non voto a favore sostenendo che si trattava di un'iniziativa vaga, non sapendo forse che una mozione è un atto di indirizzo politico e non un atto amministrativo. Ma d'altra parte, durante la discussione abbiamo assistito a un vero e proprio campionato di arrampicata sugli specchi da parte dei diversi esponenti della maggioranza intervenuti, che sono arrivati addirittura a sostenere di essere già soddisfatti che di un argomento del genere se ne sia parlato in Consiglio comunale, impegnandosi per il futuro a formulare ulteriori riflessioni sulla questione. Più che continuare a riflettere, però, l'Amministrazione comunale dovrebbe iniziare ad agire su questo come su tanti altri temi, e anche in fretta".