Skip to main content

Cronaca

Estorsione e intralcio alla giustizia - Tre assoluzioni

- 0 Comments

I fratelli Valentino Rodà, di 52 anni, accusato di estorsione continuata, Guido, 56 anni, ed Enrico, 54 anni, imputati per intralcio alla giustizia, sono stati assolti dal Gup del Tribunale di Aosta Davide Paladino "perché il fatto non sussiste".

Il processo si è svolto con rito abbreviato. La procura aveva chiesto sei anni di reclusione per Valentino, che in base alle indagini aveva costretto un commerciante aostano a farsi carico di un mutuo per l'acquisto di un capannone da 180.000 euro, un carrozziere a pagargli noleggi auto per 10 mila euro e un gommista a fornirgli gratuitamente un cambio di pneumatici. Il 31 ottobre 2018 si era svolto l'incidente probatorio: Guido ed Enrico (due anni ciascuno la richiesta di condanna) erano accusati di essersi presentati con fare intimidatorio nella zona antistante l'aula del tribunale, sottoponendo a sguardi minacciosi e spintonando uno dei tre testimoni che aspettavano di essere ascoltati dal giudice sugli episodi di presunta estorsione a carico di Valentino.