Skip to main content

Politica e Istituzioni

Elezioni - Il 20 e 21 settembre 103.000 valdostani al voto

- 0 Comments

 I valdostani chiamati alle urne il 20 e 21 settembre per l'election day sono circa 103.000. Si voterà per il Referendum costituzionale, per il rinnovo del Consiglio Regionale e per il rinnovo dei consigli di 66 Comuni tra cui Aosta.

"Questa tornata ha delle caratteristiche diverse rispetto al passato - ha spiegato Stefania Fanizzi, segretario generale della Regione - a partire dall'election day per arrivare alle misure anti Covid. La priorità è garantire la sicurezza, diritto al voto ma anche diritto alla salute. Un protocollo sanitario introduce delle norme per prevenire la diffusione del Coronavirus".

Tra queste c'è l'obbligo di indossare la mascherina, di evitare assembramenti e di utilizzare gel igienizzanti.

Nei seggi sono previsti accessi e percorsi differenziati.

Ogni elettore dovrà imbucare personalmente le schede nelle urne.

Non è prevista la misurazione della temperatura corporea (sopra i 37,5 gradi non ci si deve recare al seggio).

Tutti gli edifici dove si vota saranno igienizzati prima, durante e dopo le operazioni di voto e di scrutinio.

Per quanto riguarda gli elettori sottoposti a trattamento domicialiare o in condizioni di quarantena oin isolamento fiduciario per Covid tra il 10 e il 15 settembre (cioè tra il 10° e il 5° giorno antecedente quello della votazione), l’elettore deve far pervenire al sindaco del Comune nelle cui liste è iscritto, con modalità, anche telematiche (invio e-mail con allegata copia del documento d’identità), i seguenti documenti:

a) una dichiarazione in cui si attesta la volontà dell’elettore di esprimere il voto presso il proprio domicilio indicando con precisione l’indirizzo completo del domicilio stesso e un recapito telefonico;

b) un certificato, rilasciato dalla Direzione della S.C. Igiene e Sanità in data non anteriore al 6 settembre (14° giorno antecedente la data della votazione), che attesti l’esistenza delle condizioni di cui all’articolo 3, comma 1 (Trattamento domiciliare o condizioni di quarantena o isolamento fiduciario per Covid-19), del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 103 (Modalità operative, precauzionali e di sicurezza per la raccolta del voto nelle consultazioni elettorali e referendarie dell’anno 2020).

La richiesta del certificato deve essere fatta esclusivamente via e-mail all’indirizzo igiene.pubblica@ausl.vda.it; il successivo invio del certificato rilasciato avverrà sempre via posta elettronica.

Gli elettori positivi che sono sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario presso la propria abitazione potranno votare:

- per la consultazione referendaria;

- per le elezioni regionali se sono elettori della Regione in cui sono domiciliati;

- per le elezioni comunali solamente se sono elettori del comune di Aosta, dove si trova è la struttura sanitaria avente il reparto COVID (Ospedale Umberto Parini), da cui parte il seggio  per la raccolta del voto a domicilio.

Gli elettori ricoverati nei reparti Covid dell’Ospedale Parini di Aosta potranno votare nella sezione ospedaliera per la consultazione referendaria, per le elezioni regionali se elettori della Regione in cui è ubicata la struttura sanitaria e per le elezioni comunali, solo se elettori del Comune di Aosta, sede della struttura sanitaria.

Gli scrutini si svolgeranno lunedì (direttamente nei seggi) per il Referendum, martedì (negli otto poli sul territorio) per le Regionali e mercoledì per le Comunali.

Per quanto riguarda le modalità di voto per le Regionali è prevista la preferenza unica mentre per le Comunali è possibile esprimere fino a tre preferenze