Skip to main content

Comuni e Territorio

Detenzione di armi - Partite le diffide dalla Questura per la mancata consegna del certificato medico legale

- 0 Comments

Tra i circa 9.000 detentori di armi nella nostra Regione sono iniziate le procedure di diffida da parte della Questura di Aosta per la mancata consegna del certificato medico legale. 

"Il Decreto Legislativo 104/2018, con una scadenza termine fissata per il giorno 14 settembre 2019 - fa sapere la Questura -  ha disposto che chiunque detenga armi da fuoco e da sparo deve produrre idonea certificazione medica rilasciata da medici della Sanità Pubblica dell’ASL, da medici di Medicina Legale, da medici militari, da medici della Polizia di Stato o del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. L’ente preposto alla ricezione del certificato è la Questura, per i residenti ad Aosta, e la Compagnia/Stazione dei Carabinieri competente, per i residenti in un diverso comune della Valle d’Aosta".

Trascorsi i 60 giorni dalla ricezione della diffida, l’Autorità Amministrativa (Presidente della Regione nelle sue funzioni prefettizie) emetterà, a carico degli inottemperanti, provvedimento di divieto di detenzione di armi e munizioni col contestuale ritiro delle stesse.